+ B Heroes: ecco le migliori startup al servizio della salute - B Heroes

B Heroes: ecco le migliori startup al servizio della salute

Nella docu-serie in onda su Sky Uno a fine marzo, l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato)
accompagna 4 aziende in un percorso di crescita imprenditoriale
volto a migliorare la qualità della vita delle persone.

Milano, 4 marzo 2019 – Può l’innovazione nel settore della salute passare attraverso un programma tv? La sfida è stata accolta da B Heroes, docu-serie televisiva in onda a fine marzo su SkyUno, che propone un affascinante viaggio nel mondo delle startup con l’obiettivo di sviluppare in Italia un nuovo approccio culturale d’impresa.

Le startup protagoniste del format tv sono suddivise in quattro categorie di business – sviluppo sostenibile, trasformazione digitale, tradizione e innovazione, salute e benessere – e sono accompagnate da nomi d’eccellenza dell’imprenditoria italiana, come ad esempio l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato), che farà da guida alle startup del settore salute e benessere: BionITLabs, Biovecblock, D-Heart, Epicura e D-Eye.

Trasformare le disabilità in nuove possibilità è la mission di BionITLabs, innovativa startup leccese che sviluppa dispositivi medicali applicando le tecnologie informatiche alla bionica. Forte di un’esperienza pluriennale nella robotica, il founder Giovanni Zappatore si dedica dal 2017 al progetto Adam’s Hand (www.adamshand.it), una protesi mioelettrica della mano ad alta funzionalità. www.bionitlabs.com

Addio punture di zanzare! Sono una delle piaghe dell’estate italiana e un problema molto serio per la salute in diversi paesi del mondo: le zanzare. A correre ai ripari ci pensa Biovecblok S.r.l., spin-off dell’Università di Camerino che si propone come centro di ricerca unico per lo sviluppo di soluzioni naturali, non tossiche, ad impatto ambientale zero, capaci di superare i limiti dei prodotti in commercio. Al via quindi lo sviluppo di un biocida naturale, innocuo per l’uomo, ma capace di diminuire la capacità pungente delle zanzare. www.biovecblock.com

Lo smartphone per fare l’ECG. Da un’idea di Nicolò Briante nasce D-Heart, startup che propone un elettrocardiografo per smartphone che consente di eseguire un ECG di livello ospedaliero in totale autonomia e di inviare i risultati al servizio di tele-cardiologia 24/7. Il referto del cardiologo arriva entro 15 minuti dall’invio. L’obiettivo è quello di aiutare i pazienti cardiopatici nella loro quotidianità, migliorandone le condizioni di vita e permettendo di identificare le complicanze cardiache con diagnosi accurate e tempestive.
www.d-heartcare.com

Basta file e lunga burocrazia con EpiCura, la società che si occupa di fornire servizi sanitari, medici e socio-assistenziali a domicilio. La startup è la prima in Italia ad utilizzare una piattaforma digitale evoluta per le prenotazioni e la gestione delle richieste dei pazienti. Fondata da Alessandro Ambrosio, Master in Management & Finance presso University College London, EpiCura vuole essere un modello virtuoso nella sanità, grazie a un servizio comodo e flessibile, costruito a misura di paziente. È infatti possibile prenotare online e telefonicamente 7 giorni su 7. www.epicuramed.it

La diagnosi delle malattie degli occhi passa dallo smartphone. D-Eye è l’innovativo sistema di screening retinico che si collega allo smartphone, trasformandolo in un oftalmoscopio per lo screening della vista. L’app gestisce l’acquisizione e l’archiviazione delle immagini della retina e l’esportazione sulla cartella clinica elettronica del paziente. L’idea è di Alberto Scarpa, che dopo aver lavorato per 8 anni come project manager in un acceleratore di business, si è dedicato a tempo pieno al progetto D-Eye. www.d-eyecare.com