Dal 25 Marzo alle 18:50, in esclusiva su Sky Uno, al via “B Heroes” la docuserie sul mondo delle startup

Un viaggio nel mondo dell’innovazione per raccontare le nuove imprese e la passione che guida gli imprenditori nel nostro Paese.

Un percorso di mentorship ideato da Fabio Cannavale, founder e CEO di lastminute.com Group, e realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

Milano, 19 marzo 2019 – In esclusiva su Sky Uno prende il via B Heroes, la docu-serie sul mondo dell’innovazione e delle startup che racconta, in un viaggio lungo 15 puntate, le storie, i sogni e le aspirazioni delle migliori startup italiane.

Dal 25 marzo, dal lunedì al venerdì, alle ore 18.50 (e in replica il giorno successivo alle ore 12.20), le telecamere di B Heroes seguiranno le 20 startup selezionate per capire cosa sognano, quali obiettivi si pongono e soprattutto di cosa hanno davvero bisogno per diventare imprese vincenti sul mercato. Le 5 puntate infrasettimanali andranno, inoltre, in onda, una dopo l’altra, ogni venerdì, dalle ore 23.45, e ogni sabato dalle ore 9.00.

Ideato da Fabio Cannavale, founder e CEO di lastminute.com Group, e realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo, B Heroes non è solo una finestra tv sul mondo delle startup ma è un vero e proprio percorso di mentorship volto a far crescere le imprese – e gli imprenditori – affinché possano porsi sul mercato con successo.

“Le startup non vivono in un mondo a sé stante, hanno bisogno di un terreno di confronto. – afferma Fabio Cannavale – Con B Heroes vogliamo metterle in contatto diretto con importanti imprese del loro settore, in un percorso di accelerazione durante il quale potranno verificare sul campo se l’idea alla base del business funziona davvero e se il team è quello giusto per realizzarla”.

“Il nostro sostegno a B Heroes per il secondo anno consecutivo – sottolinea Mario Costantini, Direttore Generale di Intesa Sanpaolo Innovation Center e Amministratore Delegato di Neva Finventures – testimonia la volontà del Gruppo Intesa Sanpaolo di dare impulso a percorsi di innovazione e di eccellenza per favorire la crescita del Paese, mettendo a confronto giovani imprenditori del territorio e manager di aziende strutturate più innovative. Dietro le startup, infatti, ci sono sogni da realizzare e, come Banca, siamo orgogliosi di poter accompagnare ‘nuovi’ imprenditori in un percorso di crescita”.

“Il legame che unisce Intesa Sanpaolo e le startup è una relazione profonda, basata non solo sull’offerta di servizi finanziari dedicati”, aggiunge Teresio Testa, Responsabile Sales & Marketing Imprese Intesa Sanpaolo e Direttore Generale Mediocredito Italiano. “In questi anni il Gruppo ha investito risorse ed energie per sostenere le migliori realtà imprenditoriali del nostro Paese e per far conoscere le loro storie di eccellenza in Italia e all’estero, contribuendo al contempo al successo del Made in Italy. Quello con B Heroes è un grande lavoro di squadra, attraverso il quale abbiamo dimostrato di avere a cuore la crescita delle giovani realtà imprenditoriali dietro le quali ci sono sogni da realizzare”.

Dall’elettrocardiografo per smartphone, che permette di ottenere un ECG di livello ospedaliero ovunque e in qualsiasi momento, al management di atleti professionisti di giochi elettronici; dall’innovativa startup di scooter-sharing elettrico interamente eco-sostenibile a quella che organizza floreali e festosi funeral party trasformandoli in ricordi di gioia fino all’impresa che ha brevettato un arredo personalizzabile e facile da costruire come un gioco Lego. Insomma, sono molte le storie raccontate nel corso delle puntate di B Heroes, prodotte da YAM112003.

A valutare le startup, un trio di giudici d’eccezione: Silvia Candiani, Amministratore Delegato Microsoft Italia, Laurent Foata, Managing Director Ardian Growth e Dina Ravera, Executive Manager, Board Member & Business Angel.

Nel corso del programma, gli spettatori scopriranno quali sono le 8 startup giudicate meritevoli di accedere alla fase di accelerazione, durante la quale potranno contare sul sostegno di un pool di imprenditori e mentor, i “Supercoach”, ma anche di 4 grandi aziende di settore: A2A S.p.A. per la categoria di business “Sviluppo sostenibile”, l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato) per la categoria “Salute e benessere”, Jakala per la categoria “Tradizione e innovazione”, Sketchin – Bip Group per la “Trasformazione digitale”.

Gran finale previsto nell’ultima puntata del 12 aprile, durante la quale verranno svelate le migliori startup, in primis quella che si aggiudicherà l’investimento principale di B Heroes, pari a 500mila Euro. A seguire, le startup che avranno performato su specifiche aree di business potranno ricevere ulteriori investimenti e/o servizi nel corso della finale.

Le donne di B Heroes fanno impresa con una personalità dirompente

Tra le protagoniste della docu-serie in onda su Sky Uno a fine marzo, due donne manager di altissimo profilo siedono in “giuria” mentre tra le startup emergono giovani imprenditrici molto determinate.

Milano, 5 marzo 2019 – Può l’innovazione nell’impresa passare attraverso un programma tv? La sfida è stata accolta da B Heroes, docu-serie televisiva in onda a fine marzo in esclusiva su Sky Uno, che propone un affascinante viaggio in 15 puntate nel mondo delle startup con l’obiettivo di sviluppare in Italia un nuovo approccio culturale d’impresa.

Le startup protagoniste del format tv sono suddivise in quattro categorie di business – Sviluppo sostenibile, Trasformazione digitale, Tradizione e innovazione, Salute e benessere – e sono accompagnate da nomi d’eccellenza dell’imprenditoria italiana. Tra questi emergono due donne manager di altissimo profilo nella giuria: Silvia Candiani, Amministratore delegato Microsoft Italia, e Dina Ravera, Executive manager, board member & business angel (il terzo “giudice” è Laurent Foata, Managing director Ardian Growth).
Tra le imprese emergenti, invece, compaiono imprenditrici determinate, che attraverso il loro modo di fare impresa rompono i tabu e portano innovazione nel mondo del business.

Una filosofia del piacere sessuale diventa un concept di sexy-shop online con MySecretCase, startup fondata 4 anni fa dalla fotografa a imprenditrice. MySecretCase nasce come un e-commerce di sex toys veicolando l’idea che la sessualità, oltre che essere fondamentale per la felicità di una persona e di una coppia, è anche un gioco e come tutti i giochi ha le sue regole. Per questo Mysecretcase, che vuole sdoganare gli ultimi tabù della nostra società, sta evolvendo in “portale della sessualità” con articoli che parlano di educazione sessuale e di salute, ma anche racconti erotici. www.mysecretcase.com

Musiche, fiori e design contaminano la cerimonia funebre. Potalove è rivoluzione e missione sociale. Inquadra da un punto di vista totalmente nuovo il momento della celebrazione funebre, trasformando l’ultimo saluto in un’occasione per ricordare con gioia la persona amata e celebrare la vita, con prodotti colorati e l’organizzazione di funeral party che portano conforto emotivo nel momento del bisogno. Il progetto Potalove nasce nel 2015 dalla sensibilità e dall’estro creativo della “cantafiorista” bergamasca Rosalba Piccinni, da anni artista a tutto tondo e imprenditrice nel mondo dei fiori e della ristorazione a Milano, che ora ha deciso di aggiungere al suo CV un nuovo business, sicuramente non convenzionale: la funeral planner. www.potalove.it

Metti la riflessologia plantare in una scarpa. Dietro la nuova linea delle scarpe Fessura c’è Silvia Telatin, talentuosa fashion designer emergente che ha sviluppato la Reflex Shoe, la prima scarpa che unisce le teorie riflessologiche con un design trendy e materiali 100% green. Fessura è un brand di calzature Fashion-Sport caratterizzate da una forte componente tecnologica. Segni distintivi delle calzature sono le “bande elastiche” (brevettate), attorno alle quali sono state create tre macro-linee di scarpe sportive, e la soletta “Reflex”, che dona un comfort perfetto al piede e a tutta la colonna favorendo una postura corretta. https://fessura.com

B Heroes presenta Mkers, la startup di eSports per videogiocatori professionisti

Nella docu-serie in onda su Sky Uno da fine marzo, Mkers è tra le startup della categoria Trasformazione digitale guidate da Sketchin – Bip Group nel percorso di mentorship per aziende ad alto contenuto di innovazione.

Milano, 5 marzo 2019 – Nonostante il Comitato olimpico internazionale abbia appena definito “prematura” l’inclusione degli eSports nel programma dei Giochi, il fenomeno degli sport elettronici per videogiocatori professionisti è in continua ascesa e punta a orizzonti ancora inesplorati. In Italia c’è addirittura una società, che ha dato vita a una organizzazione che gestisce i campioni di eSports. Si chiama Mkers, ha sede a Milano, e schiera in prima linea Thomas De Gasperi, una delle due voci degli Zero Assoluto, Co-founder della società insieme con Paolo Cisaria, Amir Hajar e Daniele Ballini.

Mkers è una delle 20 startup che sono state selezionate da B Heroes, il percorso di mentorship per aziende ad alto contenuto di innovazione, ideato da Fabio Cannavale (founder e CEO di lastminute.com Group) e realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che punta a sviluppare in Italia un nuovo approccio culturale d’impresa. Il percorso di accelerazione delle startup, selezionate nel corso di un roadshow in 15 tappe lungo la Penisola, che si è tenuto tra ottobre e novembre dello scorso anno, sarà raccontato in una docu-serie televisiva, in onda su Sky Uno da fine marzo. In particolare, Mkers, in corsa per l’assegnazione di 800 mila euro destinati alle migliori startup, rientra nella categoria di business per la trasformazione digitale, guidata da Sketchin – Bip Group, studio di design e strategia che progetta le esperienze del futuro. Sketchin utilizza gli strumenti del design per guidare la trasformazione digitale e di business delle aziende, aiutandole a offrire esperienze rilevanti.

Mkers ha dato vita a una organizzazione che gestisce i campioni di eSports, una declinazione competitiva dei videogiochi. Si presenta come un vero e proprio club sportivo professionistico di videogiocatori che coinvolge tanti giochi diversi.

I giocatori professionisti vengono considerati dei veri propri atleti, così come li intendiamo comunemente. Fanno dei sacrifici, studiano, si allenano. Per farlo hanno però bisogno di un supporto, che viene fornito loro proprio da Mkers. La società li supporta finanziariamente, visto che gli atleti devono impegnarsi a tempo pieno, ma non solo. Mette loro a disposizione anche un mental coach e un supporto logistico, visto che gli atleti sono impegnati in giro per il mondo.

Mkers sta cercando di cambiare il mercato italiano, che fino all’ingresso della startup milanese aveva un approccio dilettantistico, un passatempo per i ragazzi, trasformandolo in una realtà strutturata e professionale, come avviene già all’estero. La vittoria, a Madrid, nel maggio del 2017, di Daniele Paolucci, giocatore di FIFA 17 del team Mkers, nella Season 2 dell’Ultimate Team Championship, attesta la bontà del progetto. L’obiettivo dichiarato è quello di modificare nell’immaginario collettivo la percezione del giocatore di eSport: non un ragazzo chiuso in casa e alienato, ma un giovane atleta, che cura la propria salute e il proprio equilibrio per essere sempre in grado di concentrarsi per dare il meglio di sé.

B Heroes: ecco le migliori startup al servizio della salute

Nella docu-serie in onda su Sky Uno a fine marzo, l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato)
accompagna 4 aziende in un percorso di crescita imprenditoriale
volto a migliorare la qualità della vita delle persone.

Milano, 4 marzo 2019 – Può l’innovazione nel settore della salute passare attraverso un programma tv? La sfida è stata accolta da B Heroes, docu-serie televisiva in onda a fine marzo su SkyUno, che propone un affascinante viaggio nel mondo delle startup con l’obiettivo di sviluppare in Italia un nuovo approccio culturale d’impresa.

Le startup protagoniste del format tv sono suddivise in quattro categorie di business – sviluppo sostenibile, trasformazione digitale, tradizione e innovazione, salute e benessere – e sono accompagnate da nomi d’eccellenza dell’imprenditoria italiana, come ad esempio l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato), che farà da guida alle startup del settore salute e benessere: BionITLabs, Biovecblock, D-Heart, Epicura e D-Eye.

Trasformare le disabilità in nuove possibilità è la mission di BionITLabs, innovativa startup leccese che sviluppa dispositivi medicali applicando le tecnologie informatiche alla bionica. Forte di un’esperienza pluriennale nella robotica, il founder Giovanni Zappatore si dedica dal 2017 al progetto Adam’s Hand (www.adamshand.it), una protesi mioelettrica della mano ad alta funzionalità. www.bionitlabs.com

Addio punture di zanzare! Sono una delle piaghe dell’estate italiana e un problema molto serio per la salute in diversi paesi del mondo: le zanzare. A correre ai ripari ci pensa Biovecblok S.r.l., spin-off dell’Università di Camerino che si propone come centro di ricerca unico per lo sviluppo di soluzioni naturali, non tossiche, ad impatto ambientale zero, capaci di superare i limiti dei prodotti in commercio. Al via quindi lo sviluppo di un biocida naturale, innocuo per l’uomo, ma capace di diminuire la capacità pungente delle zanzare. www.biovecblock.com

Lo smartphone per fare l’ECG. Da un’idea di Nicolò Briante nasce D-Heart, startup che propone un elettrocardiografo per smartphone che consente di eseguire un ECG di livello ospedaliero in totale autonomia e di inviare i risultati al servizio di tele-cardiologia 24/7. Il referto del cardiologo arriva entro 15 minuti dall’invio. L’obiettivo è quello di aiutare i pazienti cardiopatici nella loro quotidianità, migliorandone le condizioni di vita e permettendo di identificare le complicanze cardiache con diagnosi accurate e tempestive.
www.d-heartcare.com

Basta file e lunga burocrazia con EpiCura, la società che si occupa di fornire servizi sanitari, medici e socio-assistenziali a domicilio. La startup è la prima in Italia ad utilizzare una piattaforma digitale evoluta per le prenotazioni e la gestione delle richieste dei pazienti. Fondata da Alessandro Ambrosio, Master in Management & Finance presso University College London, EpiCura vuole essere un modello virtuoso nella sanità, grazie a un servizio comodo e flessibile, costruito a misura di paziente. È infatti possibile prenotare online e telefonicamente 7 giorni su 7. www.epicuramed.it

La diagnosi delle malattie degli occhi passa dallo smartphone. D-Eye è l’innovativo sistema di screening retinico che si collega allo smartphone, trasformandolo in un oftalmoscopio per lo screening della vista. L’app gestisce l’acquisizione e l’archiviazione delle immagini della retina e l’esportazione sulla cartella clinica elettronica del paziente. L’idea è di Alberto Scarpa, che dopo aver lavorato per 8 anni come project manager in un acceleratore di business, si è dedicato a tempo pieno al progetto D-Eye. www.d-eyecare.com

15 e 16 gennaio 2019: Imprenditori per l’innovazione

B HEROES: LE MIGLIORI IMPRESE CHE INVESTONO NELL’INNOVAZIONE SI RIUNISCONO A MILANO IL 15 E 16 GENNAIO

Oltre 300 tra imprenditori e campioni dell’innovazione incontreranno
le startup italiane selezionate da B Heroes.
Obiettivo: favorire la crescita del tessuto imprenditoriale
e l’innovazione nel business.

Un percorso di valutazione porterà alla selezione delle 20 startup che prenderanno parte al format televisivo, in onda prossimamente su SkyUno.

Oltre 800mila Euro verranno investiti nelle startup più meritevoli.

A2A, Gruppo San Donato, Sketchin e Jakala sono le aziende che quest’anno rappresenteranno le startup suddivise in 4 categorie di business:sviluppo sostenibile, salute e benessere, trasformazione digitale, tradizione e innovazione.

Milano, 14 gennaio 2019 – La seconda edizione di B Heroes, il percorso di mentorship rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia, ideato da lm foundation, inizia l’anno nuovo con un evento d’eccezione, un programma televisivo rinnovato e oltre 800mila euro da investire nelle startup più meritevoli.
L’obiettivo resta invariato: attraverso un percorso di mentorship e di accelerazione, B Heroes vuole favorire la crescita del tessuto imprenditoriale italiano sostenendo le aziende innovative nelle prime fasi di sviluppo e promuovendo una cultura d’impresa.
Fabio Cannavale, CEO e founder del gruppo lastminute.com e ideatore del progetto B Heroes, spiega: “B Heroes è un progetto di mentorship nato da imprenditori che credono nella cultura del giving back e vogliono investire il proprio tempo e le proprie competenze per aiutare a crescere una nuova generazione di imprese. Mi fa molto piacere che quest’anno, oltre al sostegno di Intesa Sanpaolo, che ci ha aiutati a rendere possibile questo progetto, abbiamo la possibilità di collaborare con aziende di eccellenza come A2A, Gruppo San Donato, Sketchin e Jakala, che hanno scelto di adottare il nostro progetto come un’importante parte dei propri processi di innovazione”.
B Heroes è realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Il gruppo bancario leader in Italia, da sempre impegnato in prima fila per l’innovazione e la crescita del sistema imprenditoriale del Paese, sostiene attivamente l’iniziativa coinvolgendo i territori e le imprese e, attraverso Intesa Sanpaolo Innovation Center che, con il proprio Corporate Venture Capital, Neva Finventures, in continuità con lo scorso anno, valuterà le opportunità di investimento sulle startup con maggiore potenziale per accompagnarle nel percorso di crescita e internazionalizzazione.
B Heroes prevede oltre 800 mila Euro di investimenti: 500 mila Euro da Boost Heroes per la migliore startup, 200 mila Euro da Gellify per la migliore startup B2B, 100 mila Euro da Impact Hub per quella con il più alto impatto sociale.

15 – 16 gennaio: l’evento di networking e valutazione delle startup
Si apre domani a Milano la due giorni di networking e valutazione del progetto B Heroes. Circa 300 tra “mentor” e CEO di imprese italiane si sono dati appuntamento il 15 e 16 gennaio nella sede del Sole 24 Ore per valutare le migliori startup selezionate durante gli ultimi mesi del 2018.
Sono 650 le startup che quest’anno si sono iscritte al sito di B Heroes per partecipare al progetto. Di queste circa 340 sono state incontrate e valutate durante un roadshow in 15 tappe lungo tutta la Penisola, che ha avuto luogo tra ottobre e novembre.
Le 40 migliori si incontrano domani e dopodomani per passare allo step successivo.
Sette le prove da superare nel corso dell’evento: team, strategia (comprensivo di business plan e finance), marketing plan, crescita e scalabilità, impatto sociale, legale e tecnologia. Sono questi infatti gli argomenti su cui le startup dovranno confrontarsi con il pool di esperti selezionatori e dimostrare le buone basi della propria azienda per poter passare la selezione.
Tra i “mentor” coinvolti da B Heroes spiccano alcuni nomi d’eccezione tra cui: Corrado Passera, Alessandro Fracassi, Luca Ascani, Vito Lomele, Alberto Genovese, e tanti altri innovatori italiani insieme a imprenditori emergenti della nuova generazione.
McKinsey & Company, società internazionale di consulenza manageriale, è quest’anno knowledge partner dell’evento nell’ambito del proprio impegno per l’innovazione nelle imprese italiane.
L’evento di networking terminerà con l’annuncio delle 20 startup che avranno passato la selezione e potranno partecipare alla fase di accelerazione documentata dal programma televisivo B Heroes.

B Heroes, il format televisivo in onda su SkyUno
Si rinnova anche il format televisivo di B Heroes. Quest’anno il programma andrà in onda prossimamente su SkyUno, per un totale di 15 puntate.
Le 20 startup selezionate si confronteranno alla presenza di una giuria composta da investitori, manager e imprenditori: Silvia Candiani, Amministratore Delegato Microsoft Italia, Laurent Foata, Managing Director Ardian Growth, e Dina Ravera, TopManager di successo, Consigliere di Amministrazione in grandi Gruppi di diverse Industry, e oggi anche sulla frontiera dell’innovazione a fianco dei giovani imprenditori di WashOut, che nella precedente edizione di B Heroes ha guidato alla vittoria.
“Sono particolarmente felice di prendere parte a questa seconda edizione di B Heroes che contribuisce a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione delle nostre aziende, due elementi chiave per lo sviluppo del Paese. Attraverso questa iniziativa, si continua a far crescere l’attenzione verso le possibilità che la tecnologia offre ai giovani per creare la propria impresa e sviluppare idee creative e originali”, afferma Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

B Heroes, le 4 categorie o “vertical”
Quest’anno le startup si presentano suddivise in 4 categorie di business o “vertical”, ognuna capitanata da un’azienda di settore.
La multi-utility A2A guiderà le startup del settore sviluppo sostenibile, Sketchin – Bip Group rappresenterà le startup per la trasformazione digitale, l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato) accompagnerà le startup del settore salute e benessere, e Jakala le aziende del vertical “tradizione e innovazione”.
“Siamo particolarmente contenti come A2A di supportare un’iniziativa così ambiziosa e nuova nel format, che avvicina attraverso l’innovazione imprese e nuova imprenditoria. L’innovazione e le startup stanno diventando un germoglio di dinamismo nella vita economica del paese e sono sicuro che nei prossimi anni genereranno lavoro per molte persone e nuove professionalità”. – Ha dichiarato Valerio Camerano, Amministratore Delegato del Gruppo – “A2A segue da vicino il mondo dell’innovazione e collabora abitualmente con startup italiane nei propri ambiti di competenza; non potevamo non supportare il verticale sullo Sviluppo Sostenibile, tema che da sempre caratterizza il nostro operato nei territori in cui siamo presenti”.

B Heroes, i Partner tecnici
B Heroes è sostenuto da partner, tra le migliori aziende legate al business innovativo, che mettono a disposizione delle startup selezionate pacchetti di servizi per sviluppare business e competenze specifiche. Tra questi: Google, Facebook, BonelliErede, Ernst & Young, Studio Pirola, Contact Lab, Mamacrowd, Simbiosity, Vidiemme Fimap Impact Hub, 200crows, Backtowork24. Collabora con B Heroes, dando supporto alle startup e alle aziende partner anche Cariplo Factory, l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo.
Media partner di progetto: RDS 100% Grandi Successi

Si è concluso a Milano il Roadshow della seconda edizione di B Heroes

SI È CONCLUSO A MILANO IL ROADSHOW DI PRESENTAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE DI B HEROES

Complessivamente sono state 84 le startup che, tra lunedì 19, mercoledì 21 e venerdì 23 novembre, hanno incontrato i selezionatori, rispettivamente, presso Copernico, Talent Garden Merano e Talent Garden Calabiana
Le ultime tre tappe milanesi hanno concluso il roadshow di presentazione del programma articolato in 15 tappe sul territorio italiano
B Heroes è un percorso gratuito di mentorship e servizi rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia.

Milano, 23 novembre 2018 – Si è concluso a Milano, dove era iniziato lo scorso 9 ottobre, il roadshow di presentazione della seconda edizione di B Heroes, il percorso di mentorship
rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia ideato da lm Foundation – fondazione nata dalla volontà di Fabio Cannavale con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile – con il supporto di Intesa Sanpaolo.

Complessivamente sono state 84 le startup, che tra lunedì 19, mercoledì 21 e venerdì 23 novembre, hanno sfilato, rispettivamente, presso Copernico, Talent Garden Merano e Talent Garden Calabiana. Nel corso delle tre giornate conclusive del roadshow le startup preselezionate da B Heroes hanno incontrato un team composto da imprenditori, manager d’azienda, business angel ed esperti dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, specializzati nella selezione di startup da supportare nel percorso di crescita.

Come in ogni tappa, le startup hanno presentato il proprio business ai selezionatori, prima con un pitch pubblico e poi in modalità one-to-one. Con l’obiettivo di individuare le migliori capacità imprenditoriali e valorizzare le migliori competenze, i selezionatori hanno valutato le aziende esprimendo un loro giudizio in una scala da 1 a 5, con particolare focus rivolto al team, al progetto, all’impatto sociale e alla scalabilità.

Le prime dodici tappe del roadshow si sono tenute rispettivamente a Milano, presso Cariplo Factory, l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo; a Rimini, presso il TTG Travel Experience; a Venezia, presso gli Spazi Espositivi dell’Università Ca’ Foscari; a Torino, con una due giorni presso Innovation Center di Intesa Sanpaolo; a Como, presso ComoNExT di Lomazzo; a Bari, presso Impact Hub; a Roma presso L Venture Group; a Firenze, presso Nana Bianca; a Bologna, presso Fondazione Golinelli; a Rovereto, presso Trentino Sviluppo; e da ultimo a Napoli, presso Innovation Hub di Intesa Sanpaolo e Università Federico II. Le imprese selezionate nel corso dei 15 eventi territoriali potranno accedere ad un percorso di formazione, coaching ed accelerazione durante il quale verranno effettuate eliminazioni che porteranno all’individuazione dei migliori partecipanti. Come la passata edizione, B Heroes sarà raccontato attraverso un format televisivo che si concluderà con la proclamazione dell’impresa vincitrice, il cui progetto imprenditoriale potrà essere supportato da un investimento minimo di € 500.000.

“Con la tappa odierna si conclude la prima fase di B Heroes – afferma Stefano Barrese, Responsabile della Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo. – Nel corso delle quindici tappe che hanno toccato tutta la penisola abbiamo incontrato centinaia di nuovi imprenditori, analizzandone i progetti e immaginando insieme a loro come realizzarli. Una mission che il Gruppo ha sentito subito propria, basti pensare che in questi anni, attraverso il proprio Innovation Center, Intesa Sanpaolo ha fatto incontrare a 870 ‘nuove’ aziende oltre 10mila investitori in tutto il mondo, raccogliendo fondi per oltre 140 milioni di euro a sostegno di queste iniziative imprenditoriali. Un impegno, quello per l’innovazione, che si traduce anche nel modello di servizio che offriamo alla nostra clientela, offrendo loro le più innovative soluzioni nel campo del risparmio e dei pagamenti”.

“Siamo felici di come si è svolto il roadshow di B Heroes di quest’anno. E’ stata una grande occasione per noi di conoscere molte realtà di innovazione e per le startup di confrontare le proprie idee e il proprio modello di Business con mentor qualificati. Un’occasione importante anche per chi non procederà nel percorso in questa edizione, ma ha ricevuto consigli preziosi che possono aiutare a crescere e magari a riprovare – afferma Fabio Cannavale, ideatore di B Heroes. Per i migliori si avvia adesso un percorso importante, durante il quale anche quest’anno aziende affermate ed imprenditori di successo metteranno a disposizione il proprio tempo e la propria esperienza per aiutare una nuova generazione di imprenditori. Nel 2018 le startup italiane scelte per il nostro programma di mentorship hanno raccolto complessivamente finanziamenti per oltre 20 milioni di euro. Per la realizzazione di questo grande successo è stato determinante il supporto del main partner, Intesa Sanpaolo, che ha attivamente sostenuto il progetto permettendone la realizzazione”.

B Heroes
B Heroes è un programma volto a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione nei nuovi business grazie a sostegno formativo, empowerment, accesso a finanziatori e supporto nella promozione e comunicazione. È rivolto in particolare a giovani imprenditori per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori.

Partner principale del progetto
Intesa Sanpaolo, gruppo bancario leader in Italia e impegnato in prima fila per l’innovazione e la crescita del sistema imprenditoriale del Paese, sostiene attivamente il progetto permettendone la realizzazione e coinvolgendo territori, imprenditori e il proprio Innovation Center, che da motore della nuova economia del Paese mette a disposizione di alcune start up selezionate percorsi di crescita professionale orientati allo scale up internazionale.

Partner della selezione
Boost Heroes società di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale con più di 50 soci, che ha già investito in oltre 70 startup negli ultimi 3 anni. Boost Heroes garantisce il percorso di selezione.

Partner tecnico
Cariplo Factory è l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo con l’obiettivo di supportare la crescita delle imprese innovative più promettenti. Cariplo Factory collabora con B Heroes mettendo a disposizione delle start up, coach e mentor.

Partner tecnico della selezione
GELLIFY è la prima piattaforma di innovazione B2B in grado di connettere le startup software digital alle aziende tradizionali. GELLIFY opera tramite una metodologia esclusiva chiamata gellificazione, che indirizza investimenti, competenze e network in un piano efficace di crescita delle startup tecnologiche ed è parte integrante del progetto B Heroes nella fase di selezione delle startup tramite i propri specialisti di tecnologie B2B

Il roadshow di presentazione di B Heroes ha fatto tappa a Napoli

IL ROADSHOW DI PRESENTAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE DI B HEROES HA FATTO TAPPA A NAPOLI

22 le startup che hanno incontrato i selezionatori presso l’Innovation Hub di Intesa Sanpaolo e Università Federico II
La tappa partenopea è parte fondante del roadshow di presentazione del programma che conta complessivamente 15 tappe sul territorio italiano
B Heroes è un percorso di accelerazione, rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia.

Napoli, 16 novembre 2018 – 22 startup hanno sfilato oggi, a partire dalle ore 9.45, presso l’Innovation Hub di Intesa Sanpaolo e Università Federico II, in occasione del roadshow di presentazione della seconda edizione di B Heroes, il percorso di accelerazione rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia ideato da lm Foundation – fondazione nata dalla volontà di Fabio Cannavale con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile – con il supporto di Intesa Sanpaolo.

Nel corso della giornata le startup preselezionate da B Heroes hanno incontrato un team composto da imprenditori, manager d’azienda, business angel ed esperti dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, specializzati nella selezione di startup da supportare nel percorso di crescita.

Come in ogni tappa, le startup hanno presentato il proprio business ai selezionatori, prima con un pitch pubblico e poi in modalità one-to-one. Con l’obiettivo di individuare le migliori capacità imprenditoriali e valorizzare le migliori competenze, i selezionatori hanno valutato le aziende esprimendo un loro giudizio in una scala da 1 a 5, con particolare focus rivolto al team, al progetto, all’impatto sociale e alla scalabilità.

Le prime undici tappe del roadshow si sono tenute rispettivamente a Milano, presso Cariplo Factory, l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo; a Rimini, presso il TTG Travel Experience; a Venezia, presso gli Spazi Espositivi dell’Università Ca’ Foscari; a Torino, con una due giorni presso l’Innovation Center di Intesa Sanpaolo; a Como, presso il ComoNExT di Lomazzo; a Bari, presso l’Impact Hub; a Roma presso L Venture Group; a Firenze, presso la Nana Bianca; a Bologna, presso la Fondazione Golinelli; e da ultimo a Rovereto, presso Trentino Sviluppo. I 15 eventi territoriali, nel corso dei quali verranno svolte le prime selezioni delle startup candidate, si protrarranno fino al 23 novembre, coprendo il territorio nazionale. Le imprese selezionate potranno accedere ad un percorso di formazione, coaching ed accelerazione durante il quale verranno effettuate eliminazioni che porteranno all’individuazione dei migliori partecipanti. Come la passata edizione, B Heroes sarà raccontato attraverso un format televisivo che si concluderà con la proclamazione dell’impresa vincitrice, la cui idea imprenditoriale potrà essere supportata da un investimento minimo di € 500.000.

Mario Costantini, Direttore Generale Intesa Sanpaolo Innovation Center: “Investimenti, innovazione e cultura digitale rappresentano importanti acceleratori dell’economia reale. Il nostro sostegno a B Heroes per il secondo anno consecutivo testimonia la volontà del Gruppo Intesa Sanpaolo di dare impulso ai percorsi di innovazione e di eccellenza per favorire la crescita del Paese, mettendo a confronto giovani imprenditori del territorio e manager di aziende strutturate più innovative. Dietro le startup, infatti, ci sono sogni da realizzare e, come Banca, siamo orgogliosi di poter accompagnare anche sul territorio questi ‘nuovi’ imprenditori in un percorso di crescita. Un impegno che in questi anni ha visto il Gruppo, attraverso il proprio Innovation Center, far incontrare a 870 ‘nuove’ aziende oltre 10mila investitori in tutto il mondo e raccogliendo fondi per oltre 140 milioni di euro”.

“Siamo felici che il roadshow di B Heroes faccia tappa a Napoli, presso l’Innovation Hub di Intesa Sanpaolo e Università Federico II – afferma Fabio Cannavale, ideatore di B Heroes – Anche quest’anno aziende affermate ed imprenditori di successo metteranno a disposizione il proprio tempo e la propria expertise per il programma di accelerazione che nel 2018 ha aiutato a crescere alcune tra le migliori start up italiane che hanno raccolto complessivamente finanziamenti per oltre 20 milioni di euro. Per la realizzazione di questo grande successo è stato determinante il supporto del main partner, Intesa Sanpaolo, che ha attivamente sostenuto il progetto permettendone la realizzazione”.

B Heroes
B Heroes è un programma volto a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione nei nuovi business grazie a sostegno formativo, empowerment, accesso a finanziatori e supporto nella promozione e comunicazione. È rivolto in particolare a giovani imprenditori per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori. Per partecipare alle selezioni, le startup interessate devono accedere al sito Bheroes.it. Per candidarsi devono garantire i seguenti requisiti: operare in Italia, proporre innovazione di prodotto, di servizio, di processo, di modello di business ed essere pronte per attivarsi sul mercato. Lo scorso anno 542 startup hanno inviato domanda per partecipare al progetto. Delle 250 incontrate, 12 sono state selezionate per partecipare al processo di accelerazione in un’operazione che ha coinvolto 130 mentor – tra imprenditori, manager e innovatori italiani di successo – e portato all’assegnazione di un investimento finale di 800.000 Euro.

Partner principale del progetto
Intesa Sanpaolo, gruppo bancario leader in Italia e impegnato in prima fila per l’innovazione e la crescita del sistema imprenditoriale del Paese, sostiene attivamente il progetto permettendone la realizzazione e coinvolgendo territori, imprenditori e il proprio Innovation Center, che da motore della nuova economia del Paese mette a disposizione di alcune start up selezionate percorsi di crescita professionale orientati allo scale up internazionale.

Partner della selezione
Boost Heroes società di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale con più di 50 soci, che ha già investito in oltre 70 startup negli ultimi 3 anni. Boost Heroes garantisce il percorso di selezione.

Partner tecnico
Cariplo Factory è l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo con l’obiettivo di supportare la crescita delle imprese innovative più promettenti. Cariplo Factory collabora con B Heroes mettendo a disposizione delle start up, coach e mentor.

Partner tecnico della selezione
GELLIFY è la prima piattaforma di innovazione B2B in grado di connettere le startup software digital alle aziende tradizionali. GELLIFY opera tramite una metodologia esclusiva chiamata gellificazione, che indirizza investimenti, competenze e network in un piano efficace di crescita delle startup tecnologiche ed è parte integrante del progetto B Heroes nella fase di selezione delle startup tramite i propri specialisti di tecnologie B2B

Il roadshow di presentazione di B Heroes fa tappa a Rovereto

IL ROADSHOW DI PRESENTAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE DI B HEROES FA TAPPA A ROVERETO

22 le startup che incontreranno i selezionatori presso Trentino Sviluppo
La tappa trentina è parte fondante del roadshow di presentazione del programma che conta complessivamente 15 tappe sul territorio italiano
B Heroes è un percorso di accelerazione, rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia.

Rovereto, 13 novembre 2018 – 22 startup sfileranno domani, 14 novembre, a partire dalle ore 9.45, presso la sede di Progetto Manifattura, l’hub delle green & sport tech di Trentino Sviluppo, in occasione del roadshow di presentazione della seconda edizione di B Heroes, il percorso di accelerazione rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia ideato da lm Foundation – fondazione nata dalla volontà di Fabio Cannavale con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile – con il supporto di Intesa Sanpaolo.

Nel corso della giornata le startup preselezionate da B Heroes incontreranno un team composto da imprenditori, manager d’azienda, business angel ed esperti dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, specializzati nella selezione di startup da supportare nel percorso di crescita. A introdurre l’evento sarà Paolo Pretti, direttore operativo di Trentino Sviluppo.

Come in ogni tappa, le startup presenteranno il proprio business ai selezionatori, prima con un pitch pubblico e poi in modalità one-to-one. Con l’obiettivo di individuare le migliori capacità imprenditoriali e valorizzare le migliori competenze, i selezionatori valuteranno le aziende esprimendo un loro giudizio in una scala da 1 a 5, con particolare focus rivolto al team, al progetto, all’impatto sociale e alla scalabilità.

Le prime dieci tappe del roadshow si sono tenute rispettivamente a Milano, presso Cariplo Factory, l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo; a Rimini, presso il TTG Travel Experience; a Venezia, presso gli Spazi Espositivi dell’Università Ca’ Foscari; a Torino, con una due giorni presso l’Innovation Center di Intesa Sanpaolo; a Como, presso il ComoNExT di Lomazzo; a Bari, presso l’Impact Hub; a Roma presso L Venture Group; a Firenze, presso la Nana Bianca; e da ultimo a Bologna, presso la Fondazione Golinelli. I 15 eventi territoriali, nel corso dei quali verranno svolte le prime selezioni delle startup candidate, si protrarranno fino al 23 novembre, coprendo il territorio nazionale. Le imprese selezionate potranno accedere ad un percorso di formazione, coaching ed accelerazione durante il quale verranno effettuate eliminazioni che porteranno all’individuazione dei migliori partecipanti. Come la passata edizione, B Heroes sarà raccontato attraverso un format televisivo che si concluderà con la proclamazione dell’impresa vincitrice, la cui idea imprenditoriale potrà essere supportata da un investimento minimo di € 500.000.

Renzo Simonato, Direttore Regionale di Intesa Sanpaolo: “Investimenti, innovazione e cultura digitale rappresentano importanti acceleratori dell’economia reale. Il nostro sostegno a B Heroes per il secondo anno consecutivo testimonia la volontà del Gruppo di dare impulso ai percorsi di innovazione e di eccellenza per favorire la crescita del Paese, mettendo a confronto giovani imprenditori del territorio e manager di aziende strutturate più innovative. Dietro le startup, infatti, ci sono sogni da realizzare e, come banca, siamo orgogliosi di poter accompagnare anche sul territorio trentino questi ‘nuovi’ imprenditori in un percorso di crescita che ci pone solido riferimento per quanti credono nelle opportunità di networking”.

“Siamo felici che il roadshow di B Heroes faccia tappa a Rovereto, presso Trentino Sviluppo – afferma Fabio Cannavale, ideatore di B Heroes – Anche quest’anno aziende affermate ed imprenditori di successo metteranno a disposizione il proprio tempo e la propria expertise per il programma di accelerazione che nel 2018 ha aiutato a crescere alcune tra le migliori start up italiane che hanno raccolto complessivamente finanziamenti per oltre 20 milioni di euro. Per la realizzazione di questo grande successo è stato determinante il supporto del main partner, Intesa Sanpaolo, che ha attivamente sostenuto il progetto permettendone la realizzazione”.

B Heroes
B Heroes è un programma volto a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione nei nuovi business grazie a sostegno formativo, empowerment, accesso a finanziatori e supporto nella promozione e comunicazione. È rivolto in particolare a giovani imprenditori per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori. Per partecipare alle selezioni, le startup interessate devono accedere al sito Bheroes.it. Per candidarsi devono garantire i seguenti requisiti: operare in Italia, proporre innovazione di prodotto, di servizio, di processo, di modello di business ed essere pronte per attivarsi sul mercato. Lo scorso anno 542 startup hanno inviato domanda per partecipare al progetto. Delle 250 incontrate, 12 sono state selezionate per partecipare al processo di accelerazione in un’operazione che ha coinvolto 130 mentor – tra imprenditori, manager e innovatori italiani di successo – e portato all’assegnazione di un investimento finale di 800.000 Euro.

Partner principale del progetto
Intesa Sanpaolo, gruppo bancario leader in Italia e impegnato in prima fila per l’innovazione e la crescita del sistema imprenditoriale del Paese, sostiene attivamente il progetto permettendone la realizzazione e coinvolgendo territori, imprenditori e il proprio Innovation Center, che da motore della nuova economia del Paese mette a disposizione di alcune start up selezionate percorsi di crescita professionale orientati allo scale up internazionale.

Partner della selezione
Boost Heroes società di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale con più di 50 soci, che ha già investito in oltre 70 startup negli ultimi 3 anni. Boost Heroes garantisce il percorso di selezione.

Partner tecnico
Cariplo Factory è l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo con l’obiettivo di supportare la crescita delle imprese innovative più promettenti. Cariplo Factory collabora con B Heroes mettendo a disposizione delle start up, coach e mentor.

Partner tecnico della selezione
GELLIFY è la prima piattaforma di innovazione B2B in grado di connettere le startup software digital alle aziende tradizionali. GELLIFY opera tramite una metodologia esclusiva chiamata gellificazione, che indirizza investimenti, competenze e network in un piano efficace di crescita delle startup tecnologiche ed è parte integrante del progetto B Heroes nella fase di selezione delle startup tramite i propri specialisti di tecnologie B2B

Il roadshow di presentazione di B Heroes ha fatto tappa a Bologna

IL ROADSHOW DI PRESENTAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE DI B HEROES HA FATTO TAPPA A BOLOGNA

30 le startup che hanno incontrato i selezionatori presso la Fondazione Golinelli
La tappa emiliana è parte fondante del roadshow di presentazione del programma che conta complessivamente 15 tappe sul territorio italiano
B Heroes è un percorso di accelerazione, rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia.

Bologna, 12 novembre 2018 – 30 startup hanno sfilato oggi, lunedì 12 novembre, a partire dalle ore 9.45, presso la Fondazione Golinelli di Bologna, in occasione del roadshow di presentazione della seconda edizione di B Heroes, il percorso di accelerazione rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia ideato da lm Foundation – fondazione nata dalla volontà di Fabio Cannavale con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile – con il supporto di Intesa Sanpaolo.

Nel corso della giornata le startup preselezionate da B Heroes hanno incontrato un team composto da imprenditori, manager d’azienda, business angel ed esperti dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, specializzati nella selezione di startup da supportare nel percorso di crescita. A supporto di Boost Heroes nella selezione delle startup ad impatto sociale ci sono stati i selezionatori di Endeavor Italia, l’associazione no-profit che ha l’obiettivo di promuovere la crescita economica di lungo periodo attraverso la selezione, il mentoring e l’accelerazione degli imprenditori ad alto potenziale. In apertura, l’intervento di Antonio Danieli, direttore generale di Fondazione Golinelli, che ha illustrato le più recenti attività della Fondazione sul tema dell’innovazione.

Come in ogni tappa, le startup hanno presentato il proprio business ai selezionatori, prima con un pitch pubblico e poi in modalità one-to-one. Con l’obiettivo di individuare le migliori capacità imprenditoriali e valorizzare le migliori competenze, i selezionatori hanno valutato le aziende esprimendo un loro giudizio in una scala da 1 a 5, con particolare focus rivolto al team, al progetto, all’impatto sociale e alla scalabilità.

Le prime nove tappe del roadshow si sono tenute rispettivamente a Milano, presso Cariplo Factory, l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo; a Rimini, presso il TTG Travel Experience; a Venezia, presso gli Spazi Espositivi dell’Università Ca’ Foscari; a Torino, con una due giorni presso l’Innovation Center di Intesa Sanpaolo; a Como, presso il ComoNExT di Lomazzo; a Bari, presso l’Impact Hub; a Roma presso l’Hub di LVenture Group e LUISS EnLabs; e da ultimo a Firenze, presso la Nana Bianca. I 15 eventi territoriali, nel corso dei quali verranno svolte le prime selezioni delle startup candidate, si protrarranno fino al 23 novembre, coprendo il territorio nazionale. Le imprese selezionate potranno accedere ad un percorso di formazione, coaching ed accelerazione durante il quale verranno effettuate eliminazioni che porteranno all’individuazione dei migliori partecipanti. Come la passata edizione, B Heroes sarà raccontato attraverso un format televisivo che si concluderà con la proclamazione dell’impresa vincitrice, la cui idea imprenditoriale potrà essere supportata da un investimento minimo di € 500.000.

Tito Nocentini, Direttore Regionale di Intesa Sanpaolo: “Come banca il nostro compito principale è dare impulso ai percorsi di innovazione e di eccellenza per favorire la crescita del territorio in cui operiamo. In questo quadro si inserisce, per il secondo anno consecutivo, il sostegno a B Heroes che – insieme alle iniziative formative già avviate nel mese di luglio di quest’anno con AlmaCube, l’incubatore dell’Università di Bologna – vuole stimolare un proficuo confronto tra i giovani imprenditori emiliano-romagnoli e i manager di aziende strutturate e innovative. Dietro le startup, ci sono sogni da realizzare e, come Intesa Sanpaolo, siamo orgogliosi di poter accompagnare questi ‘nuovi’ imprenditori in un percorso di crescita. Un impegno, quello nelle startup, che in questi anni ha visto il Gruppo, attraverso il proprio Innovation Center, far incontrare a 870 ‘nuove’ aziende oltre 10mila investitori in tutto il mondo e raccogliendo fondi per oltre 140 milioni di euro”.

“Siamo felici che il roadshow di B Heroes faccia tappa a Bologna, presso la Fondazione Golinelli – afferma Fabio Cannavale, ideatore di B Heroes – Anche quest’anno aziende affermate ed imprenditori di successo metteranno a disposizione il proprio tempo e la propria expertise per il programma di accelerazione che nel 2018 ha aiutato a crescere alcune tra le migliori start up italiane che hanno raccolto complessivamente finanziamenti per oltre 20 milioni di euro. Per la realizzazione di questo grande successo è stato determinante il supporto del main partner, Intesa Sanpaolo, che ha attivamente sostenuto il progetto permettendone la realizzazione”.

B Heroes
B Heroes è un programma volto a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione nei nuovi business grazie a sostegno formativo, empowerment, accesso a finanziatori e supporto nella promozione e comunicazione. È rivolto in particolare a giovani imprenditori per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori. Per partecipare alle selezioni, le startup interessate devono accedere al sito Bheroes.it. Per candidarsi devono garantire i seguenti requisiti: operare in Italia, proporre innovazione di prodotto, di servizio, di processo, di modello di business ed essere pronte per attivarsi sul mercato. Lo scorso anno 542 startup hanno inviato domanda per partecipare al progetto. Delle 250 incontrate, 12 sono state selezionate per partecipare al processo di accelerazione in un’operazione che ha coinvolto 130 mentor – tra imprenditori, manager e innovatori italiani di successo – e portato all’assegnazione di un investimento finale di 800.000 Euro.

Partner principale del progetto
Intesa Sanpaolo, gruppo bancario leader in Italia e impegnato in prima fila per l’innovazione e la crescita del sistema imprenditoriale del Paese, sostiene attivamente il progetto permettendone la realizzazione e coinvolgendo territori, imprenditori e il proprio Innovation Center, che da motore della nuova economia del Paese mette a disposizione di alcune start up selezionate percorsi di crescita professionale orientati allo scale up internazionale.

Partner della selezione
Boost Heroes società di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale con più di 50 soci, che ha già investito in oltre 70 startup negli ultimi 3 anni. Boost Heroes garantisce il percorso di selezione.

Partner tecnico
Cariplo Factory è l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo con l’obiettivo di supportare la crescita delle imprese innovative più promettenti. Cariplo Factory collabora con B Heroes mettendo a disposizione delle start up, coach e mentor.

Partner tecnico della selezione
GELLIFY è la prima piattaforma di innovazione B2B in grado di connettere le startup software digital alle aziende tradizionali. GELLIFY opera tramite una metodologia esclusiva chiamata gellificazione, che indirizza investimenti, competenze e network in un piano efficace di crescita delle startup tecnologiche ed è parte integrante del progetto B Heroes nella fase di selezione delle startup tramite i propri specialisti di tecnologie B2B

Il roadshow di presentazione di B Heroes fa tappa a Firenze

IL ROADSHOW DI PRESENTAZIONE DELLA SECONDA EDIZIONE DI B HEROES FA TAPPA A FIRENZE

22 le startup che incontreranno i selezionatori presso Nana Bianca
La tappa toscana è parte fondante del roadshow di presentazione del programma che conta complessivamente 15 tappe sul territorio italiano
B Heroes è un percorso di accelerazione, rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia.

Firenze, 8 novembre 2018 – 22 startup sfileranno domani, venerdì 9 novembre, a partire dalle ore 9.45, presso Nana Bianca a Firenze, in occasione del roadshow di presentazione della seconda edizione di B Heroes, il percorso di accelerazione rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia ideato da lm Foundation – fondazione nata dalla volontà di Fabio Cannavale con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo sostenibile – con il supporto di Intesa Sanpaolo.

Nel corso della giornata le startup preselezionate da B Heroes incontreranno un team composto da imprenditori, manager d’azienda, business angel ed esperti dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, specializzati nella selezione di startup da supportare nel percorso di crescita. A fare gli onori di casa ci sarà Alessandro Sordi, co-founder di Nana Bianca insieme a Paolo Barberis e Jacopo Marello: tre pionieri del digitale in Italia che, dopo aver fondato DADA, hanno dato vita a questo startup studio con lo scopo di promuovere la creazione e lo sviluppo di aziende digitali innovative

Come in ogni tappa, le startup presenteranno il proprio business ai selezionatori, prima con un pitch pubblico e poi in modalità one-to-one. Con l’obiettivo di individuare le migliori capacità imprenditoriali e valorizzare le migliori competenze, i selezionatori valuteranno le aziende esprimendo un loro giudizio in una scala da 1 a 5, con particolare focus rivolto al team, al progetto, all’impatto sociale e alla scalabilità.

Le prime otto tappe del roadshow si sono tenute rispettivamente a Milano, presso Cariplo Factory, l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo; a Rimini, presso il TTG Travel Experience; a Venezia, presso gli Spazi Espositivi dell’Università Ca’ Foscari; a Torino, con una due giorni presso l’Innovation Center di Intesa Sanpaolo; a Como, presso il ComoNExT di Lomazzo; a Bari, presso l’Impact Hub e, da ultimo, a Roma presso L Venture Group. I 15 eventi territoriali, nel corso dei quali verranno svolte le prime selezioni delle startup candidate, si protrarranno fino al 23 novembre, coprendo il territorio nazionale. Le imprese selezionate potranno accedere ad un percorso di formazione, coaching ed accelerazione durante il quale verranno effettuate eliminazioni che porteranno all’individuazione dei migliori partecipanti. Come la passata edizione, B Heroes sarà raccontato attraverso un format televisivo che si concluderà con la proclamazione dell’impresa vincitrice, la cui idea imprenditoriale potrà essere supportata da un investimento minimo di € 500.000.

Luca Severini, Direttore Regionale di Intesa Sanpaolo: “Investimenti, innovazione e cultura digitale rappresentano importanti acceleratori dell’economia reale. Firenze e la Toscana offrono un tessuto particolarmente fertile per la crescita di startup innovative, grazie anche a Nana Bianca, incubatore certificato che da vent’anni opera sul territorio per sviluppare progetti innovativi in ambito digitale. La nostra Banca offre un forte sostegno al sistema economico locale. Nel primo semestre dell’anno ha già erogato oltre 1,5 mld di euro di impieghi a famiglie e imprese e sono oltre 20.000 le imprese toscane già nostre clienti. La collaborazione con B Heroes per il secondo anno consecutivo conferma la volontà del Gruppo di rappresentare un solido riferimento per quanti credono nelle opportunità di networking e per favorire un percorso di crescita innovativa della nuova imprenditoria delle startup”.

“Siamo felici che il roadshow di B Heroes faccia tappa a Firenze, presso la Nana Bianca– afferma Fabio Cannavale, ideatore di B Heroes – Anche quest’anno aziende affermate ed imprenditori di successo metteranno a disposizione il proprio tempo e la propria expertise per il programma di accelerazione che nel 2018 ha aiutato a crescere alcune tra le migliori start up italiane che hanno raccolto complessivamente finanziamenti per oltre 20 milioni di euro. Per la realizzazione di questo grande successo è stato determinante il supporto del main partner, Intesa Sanpaolo, che ha attivamente sostenuto il progetto permettendone la realizzazione”.

B Heroes
B Heroes è un programma volto a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione nei nuovi business grazie a sostegno formativo, empowerment, accesso a finanziatori e supporto nella promozione e comunicazione. È rivolto in particolare a giovani imprenditori per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori. Per partecipare alle selezioni, le startup interessate devono accedere al sito Bheroes.it. Per candidarsi devono garantire i seguenti requisiti: operare in Italia, proporre innovazione di prodotto, di servizio, di processo, di modello di business ed essere pronte per attivarsi sul mercato. Lo scorso anno 542 startup hanno inviato domanda per partecipare al progetto. Delle 250 incontrate, 12 sono state selezionate per partecipare al processo di accelerazione in un’operazione che ha coinvolto 130 mentor – tra imprenditori, manager e innovatori italiani di successo – e portato all’assegnazione di un investimento finale di 800.000 Euro.

Partner principale del progetto
Intesa Sanpaolo, gruppo bancario leader in Italia e impegnato in prima fila per l’innovazione e la crescita del sistema imprenditoriale del Paese, sostiene attivamente il progetto permettendone la realizzazione e coinvolgendo territori, imprenditori e il proprio Innovation Center, che da motore della nuova economia del Paese mette a disposizione di alcune start up selezionate percorsi di crescita professionale orientati allo scale up internazionale.

Partner della selezione
Boost Heroes società di partecipazioni promossa da Fabio Cannavale con più di 50 soci, che ha già investito in oltre 70 startup negli ultimi 3 anni. Boost Heroes garantisce il percorso di selezione.

Partner tecnico
Cariplo Factory è l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo con l’obiettivo di supportare la crescita delle imprese innovative più promettenti. Cariplo Factory collabora con B Heroes mettendo a disposizione delle start up, coach e mentor.

Partner tecnico della selezione
GELLIFY è la prima piattaforma di innovazione B2B in grado di connettere le startup software digital alle aziende tradizionali. GELLIFY opera tramite una metodologia esclusiva chiamata gellificazione, che indirizza investimenti, competenze e network in un piano efficace di crescita delle startup tecnologiche ed è parte integrante del progetto B Heroes nella fase di selezione delle startup tramite i propri specialisti di tecnologie B2B