Il mondo delle startup made in Italy in tv con B Heroes, la 3/a edizione della docu-serie su Sky e NOW Tv dal 25 maggio

Milano, 20 maggio – Il mondo delle startup e dell’innovazione made in Italy sarà protagonista in tv con B Heroes, la terza edizione della docu-serie in 14 puntate, realizzata in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che andrà in onda su Sky e NOW TV dal 25 maggio.

B Heroes racconta, in un viaggio da nord a sud, il mondo dell’imprenditorialità innovativa italiana, i sogni e le aspirazioni degli startupper talentuosi: 35 tappe in giro per l’Italia, da maggio a ottobre 2019, per conoscere le migliori giovani aziende del Paese. Sono state ricevute 1.112 richieste di partecipazione, incontrate 501 startup e coinvolti 473 mentor per la selezione. Alla fine del roadshow 87 aziende hanno gareggiato a suon di progetti e numeri per entrare nella fase conclusiva: 16 startup si sfideranno in tv al cospetto dei selezionatori Fabio Cannavale, imprenditore, promotore di B Heroes e fondatore di decine di aziende, Lisa di Sevo, presidente SheTech e partner e investor manager di PranaVentures, e Laurent Foata, responsabile del fondo di venture capital Adrian Growth.

Le prime otto puntante si terranno dal 25 maggio alle 19.40, dal lunedì al venerdì fino al 3 giugno, dove le 16 startup selezionate si sfideranno per approdare prima alla fase dell’accelerazione (4 puntate dal 4 al 9 giugno) e poi alla finale del 10 giugno. Giovedì 11 andrà in onda The Movie, la puntata riepilogativa.

B Heroes andrà in onda su Sky Uno (canale 108, digitale terrestre canale 455), sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go, su smartphone, tablet e PC, anche in viaggio nei Paesi dell’Unione Europea, e in streaming su NOW TV. Il progetto è stato realizzato in collaborazione con Brand Solutions, divisione interna di Sky Media.

Dalle calzature componibili a piattaforme private di car sharing; dall’app di social reading all’intelligenza artificiale applicata in soccorso per le gravi disabilità; dalle agevolazioni per i viaggiatori – tra app e piattaforme web – a dispositivi di monitoraggio per l’ambiente fino a e-commerce ecologici e soluzioni green per la casa. Sono alcune dei temi delle 16 startup finaliste che si sfideranno tra pitching e valutazioni degli investitori nell’unica trasmissione tv italiana che si occupa di innovazione e promozione di nuovi business.

Le imprese selezionate saranno divise in 4 categorie di business: Green-Tech, Med-Tech, Mobility e Education. Dimostreranno il loro valore (ad ogni puntata si scoprirà chi andrà avanti) per accedere alle fasi finali (il percorso di accelerazione) che le aiuterà ad accedere a investimenti complessivi per un milione di euro messi a disposizione da Boost Heroes e da altri investitori.  Le aziende di riferimento di questa edizione sono A2A per la categoria Green-Tech; Ospedale San Raffaele l’area Med-Tech, Telepass per il Mobility e Zanichelli per l’area Education.

Le start-up finaliste entreranno a far parte di ELITE, il private market di servizi integrati, parte del Gruppo London Stock Exchange. Tramite la ELITE Intesa Sanpaolo Lounge, infatti avranno a disposizione un network multi-stakeholder e saranno al centro della finanza globale per una loro ulteriore crescita strategica con la possibilità di raccolta capitali.

B Heroes è realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Radio Partner dell’evento è RDS 100% Grandi Successi. B Heroes è prodotto, come nelle precedenti edizioni, da YAM112003.

Borsa Italiana, partner dell’iniziativa, metterà a disposizione la sua iconica sede di Palazzo Mezzanotte per la finale.  Borsa italiana è infatti da sempre molto vicina alle imprese del nostro Paese con un focus importante sul mondo delle startup e delle scaleup.

Sono partner, mentor e forniscono servizi di accelerazione per le startup: AWS Activate, Back to work, BonelliErede, Cariplo Factory, CiaoTech (Gruppo PNO), Dentsu, Energy in Organization, Galgano & Associati, Google, Gummy Industries, Nativa, Pirola Pennuto Zei & Associati, TMF Group e Tree.

Knowledge partner del progetto è McKinsey & Company.

 

“L’edizione di quest’anno di B Heroes è naturalmente molto condizionata dall’emergenza sanitaria – sono i pensieri di Fabio Cannavale, promotore di B Heroes, alla vigilia della messa in onda del programma – e ci conferma quanto sia indispensabile per il Paese puntare decisamente sull’innovazione, la creatività e la freschezza imprenditoriale che queste aziende sono in grado di mettere in campo. Ci sono aziende che ci portano nel futuro con idee, grandi e piccole, che rispondono a esigenze concrete, risolvono problemi reali, contribuiscono in modo positivo e concreto alla crescita della società – prosegue Cannavale. Spiace per tutte le startup che non sono passate alla fase finale, ma sono certo che ci saranno presto altre occasioni. Ringrazio ancora una volta Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center per il rinnovato impegno a collaborare al progetto e mettersi in prima linea per aiutare le nuove imprese e ringrazio i nostri partner – A2A, Ospedale San Raffaele, Telepass e Zanichelli – sui vertical per la competenza con la quale affiancano noi e le startup in questo progetto”.

 

Guido de Vecchi, Direttore Generale Intesa Sanpaolo Innovation Center: “Per la terza edizione consecutiva, Intesa Sanpaolo Innovation Center sostiene B-Heroes a supporto dello sviluppo delle startup, mettendo a loro disposizione il network domestico e internazionale per accelerare la loro crescita e creare opportunità di business. In questo momento storico di discontinuità vogliamo essere ancora di più a fianco di chi offre soluzioni innovative per il next normal”.

 

“Se fare impresa richiede il sapersi adattare con flessibilità ai cambiamenti improvvisi, ciò è ancor più vero in momenti come quelli attuali – evidenzia Anna Roscio, responsabile della direzione Sales & Marketing Imprese di Intesa Sanpaolo –. Ecco, quindi, che le start-up possono rappresentare, per loro stessa natura un modello vincente e da cui prendere ispirazione per migliorare ed evolvere molte delle prassi operative consolidate nelle aziende tradizionali. Come banca, infatti, seguiamo da sempre le start-up innovative, sulle quali abbiamo una quota di mercato del 25%.  Innovazione e digitalizzazione devono diventare prioritarie in qualsiasi settore, compreso quello bancario, e tra le aziende finaliste di questa edizione ce ne sono alcune che sono state veramente in grado di innovare e stravolgere alcuni business model consolidati. Intesa Sanpaolo crede fermamente nei giovani e nelle loro capacità, per questo ci apprestiamo a festeggiare questa terza edizione di B Heroes che vede la luce in uno dei momenti più difficili per la nostra economia e il nostro Paese. Nella speranza che queste storie siano di ispirazione per molti imprenditori, non solo giovani”.

 

Le 16 startup selezionate sono:

  • ACBC (calzature componibili, che permettono di intercambiare tutte le suole e tutte le tomaie, personalizzando le scarpe e riducendo l’impatto ambientale) – acbc.com;
  • Auting (piattaforma di car sharing tra privati in Italia) – auting.it;
  • Betwyll (app di social reading per leggere e commentare libri e contenuti culturali) – betwyll.com;
  • Boolean Careers (trasforma appassionati di informatica in web developer professionisti con un bootcamp online) – boolean.careers;
  • Brain Control (intelligenza artificiale applicata all’interazione uomo macchina con un device per pazienti con gravi disabilità) – braincontrol.com;
  • Busforfun (mobility company che viaggia in modo sostenibile, sicuro ed economico attraverso l’Europa) – busforfun.com;
  • Computational Life (piattaforma di studio di dispositivi medici attraverso un avatar del corpo umano) – computational-life.com;
  • iDelivery (prodotto per il trattamento topico per le placche della psoriasi) – idelivery.it;
  • Link@ut (creazione di un network di luoghi autism-friendly) – linkaut.it;
  • Moveo (sviluppo di un esoscheletro connesso per accompagnare la riabilitazione di persone affette da patologie motorie) – moveowalks.com;
  • Radoff (dispositivi per il monitoraggio e la bonifica del gas Radon) – radoff.life;
  • RiceHouse (produzione biocompositi per l’edilizia derivanti dagli scarti della risicoltura) – ricehouse.it;
  • Snowit (piattaforma digitale per pianificare la perfetta vacanza in montagna) – snowitexperience.com;
  • Tree Original (e-commerce di prodotti ecologici per la pulizia della casa) – treeoriginal.com;
  • Vitesy (soluzioni green e connesse per il monitoraggio e la purificazione dell’aria) – vitesy.com;
  • Wid Academy (academy online per imparare a usare i social media da importanti influencer italiani) – wid.academy.

 

Partner principale del progetto

Intesa Sanpaolo è una delle più solide e profittevoli banche europee. Offre servizi bancari commerciali, di corporate investment banking, di gestione del risparmio, asset management e assicurativi. È la principale Banca in Italia con circa 12 milioni di clienti serviti attraverso i suoi canali digitali e tradizionali. Le banche estere del Gruppo contano 7.2 milioni di clienti in Est Europa, Medio Oriente e Nord Africa. Intesa Sanpaolo è riconosciuta come una delle banche più sostenibili al mondo. Per il Gruppo creare valore significa essere motore di crescita per la società e l’economia. In campo ambientale, ha creato un fondo di € 5 miliardi destinato all’economia circolare. Promuove progetti rilevanti di inclusione economica e riduzione della povertà, tra cui un fondo di impatto per € 1,2 miliardi di finanziamenti a categorie di soggetti con difficoltà di accesso al credito. Intesa Sanpaolo è fortemente impegnata in attività culturali proprie e in collaborazione con altri soggetti in Italia e all’estero, incluse esposizioni permanenti e temporanee del suo vasto patrimonio artistico presso le Gallerie d’Italia, i musei del Gruppo a Milano, Napoli e Vicenza.

Intesa Sanpaolo Innovation Center ha come obiettivo quello di esplorare e analizzare nuovi modelli di business per favorire la competitività del Gruppo e dei suoi clienti. Nato nel 2014 presidia processi e piani di sviluppo dell’innovazione per i clienti del Gruppo. Con una sede centrale al 31° piano del grattacielo di Torino e un network nazionale e internazionale, l’Innovation Center, anche per il tramite della controllata Neva Finventures – veicolo di Corporate Venture Capital dedicato agli investimenti strategici di Gruppo – vuole rappresentare un motore abilitatore di relazioni con gli altri stakeholder dell’ecosistema dell’innovazione come imprese, startup, incubatori, centri di ricerca e università. Promuove inoltre nuove forme di imprenditorialità nell’accesso ai capitali di rischio. L’innovazione è alla base dell’evoluzione della società e per il Gruppo Intesa Sanpaolo rappresenta una leva per competere in mercati sempre più complessi e globalizzati.

 

Partner della selezione e investimenti

Boost Heroes è una holding di partecipazioni, con capitale sociale superiore ai 10 milioni di euro e che ha investito in più di 100 startup negli ultimi 4 anni. Promossa da Fabio Cannavale insieme ad altri 60 soci, la società è uno dei principali attori del mercato del Venture Capital italiano, con particolare riferimento alle startup digitali e di prodotto nelle prime fasi di sviluppo. Sono già state realizzate 3 exit e alcune startup partecipate hanno completato o sono in fase di filing per operazioni di quotazione su mercati regolamentati. Boost Heroes offre anche servizi di advisory alle società partecipate e a startup esterne valutate come interessanti per un possibile investimento successivo. Come Partner della Selezione di B Heroes, Boost Heroes organizza la fase di selezione attraverso un roadshow di 30 Investor Day nei migliori centri di innovazione che si conclude con 4 eventi finali in cui vengono selezionate le startup ammesse a B Heroes. Come Partner degli Investimenti, Boost Heroes mette a disposizione investimenti in equity o strumenti convertibili nelle startup selezionate: tutti i co-investitori del network di B Heroes potranno investire alle medesime condizioni di Boost Heroes.

Fabio Cannavale, laureato al Politecnico di Milano in Ingegneria, master in Business Administration alla INSEAD Business School in Francia, ha iniziato la propria carriera lavorativa da consulente, lavorando prima in ATKearney e poi in McKinsey & Company. Negli ultimi anni 15 anni, a partire dalla sua passione per i viaggi e dal suo grande interesse per il mondo online, co-fonda prima eDreams Italia e poi volagratis.com, il cui successo porta a un rapido processo di crescita, internazionalizzazione e acquisizioni, fino a costruire l’attuale lastminute.com group, che oggi offre servizi a oltre 10 milioni di viaggiatori ogni anno ed è quotato alla borsa di Zurigo. Nel 2017, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Fabio Cannavale, anche attraverso il suo ente non profit Lastminute foundation, promuove la prima edizione di B Heroes con l’obiettivo di favorire la crescita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali e portare l’attenzione sull’impatto sociale dei nuovi business. Fabio Cannavale è, inoltre, co-fondatore di Boost Heroes e socio dei maggiori seed capital italiani Dpixel, H-farm, Club Italia e Digital Magic.

 

***

B Heroes è un ecosistema di iniziative a supporto della crescita delle startup italiane più innovative per aiutarle ad affrontare con successo il mercato e per creare un nuovo tessuto imprenditoriale in Italia anche grazie alla collaborazione di aziende mature. È rivolto in particolare a giovani imprese per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori. Questa è la terza edizione del programma.

***

Ufficio stampa B Heroes:
Marco Mazzei
press@bheroes.it
+393351449481

con Antonio Pirozzi (339 5238132) di PS Comunicazione

 

SCHEMA PUNTATE

PROGRAMMAZIONE B HEROES 2020

Dal 25 maggio al 3 giugno dal lunedì al venerdì alle 19:40 su SKY E NOW TV: 8 puntate di monografia con 16 startup

Al termine di ogni puntata una startup viene selezionata per la fase di accelerazione:

DATASTARTUPVERTICALSELEZIONATA
25/05Rice House / TreeGreen Tech (A2A)A1
26/25WiD Academy / BetwyllEducation (Zanichelli)B1
27/05Brain Control / Computational LifeMed Tech (San Raffaele)C1
28/05SnowIt / BusForFunMobility (Telepass)D1
29/05Link@ut / Boolean CareersEducation (Zanichelli)B2
01/06ACBC / AutingMobility (Telepass)D2
02/06Vitesy / RadoffGreen Tech (A2A)A2
03/06Moveo / iDeliveryMed Tech (San Raffaele)C2


Dal 4 al 9 giugno dal lunedì al venerdì alle 19:20 su SKY E NOW TV: 4 puntate di accelerazione con 8 startup:

DATASTARTUPVERTICALWORKSHOP
04/06A1 / A2Green Tech (A2A)Gummy Industries, Cariplo Factory
05/06B1 / B2Education (Zanichelli)Energy in Organization, BonelliErede
08/06C1 / C2Med Tech (San Raffaele)CiaoTech, McKinsey & Company
09/06D1 / D2Mobility (Telepass)Nativa, Dentsu


Mercoledì 10 giugno alle 19:20 su SKY E NOW TV: finale con 8 startup

Giovedì 11 giugno alle 19:20 su SKY E NOW TV: The Movie (tutto il percorso di B Heroes)

Sabato 13 giugno alle ore 10 su Cielo (canale in chiaro): The Movie (tutto il percorso di B Heroes)

Tutte le puntate saranno ritrasmesse su Sky il giorno dopo la messa in onda dal lunedì al venerdì alle 12:10 e il sabato alle 9:30. È prevista una maratona delle puntate della settimana su Sky Uno il venerdì dalle ore 24:00 circa.

B Heroes 2 e B Heroes 3 saranno sempre disponibili anche on demand.

 

 

 

 

 

B Heroes ed Endeavor Italia lanciano 4Women: una call per l’imprenditoria femminile aperta a startup, gruppi informali e aziende

Milano, 31 marzo 2020 – Una call rivolta alle imprenditrici di tutta Italia per superare il gender gap nel mondo delle startup è Call4Women, il progetto di investimento proposto da B Heroes, l’ecosistema di iniziative per start up innovative, ed Endeavor Italia, l’organizzazione che supporta le scaleup ad alto potenziale.

Il progetto nasce dal fatto che l’imprenditoria femminile fatica ad affermarsi, lo dicono i numeri. In Italia, nel quarto trimestre del 2019 le startup innovative a conduzione femminile erano appena il 13,5% del totale, mentre le nuove società di capitali il 22%. La situazione nazionale riflette quella europea, dove solo il 34,4% delle donne sono titolari d’azienda e il 30% hanno fondato una startup.

Le ragioni dietro questo dislivello sono molteplici e complesse, di natura culturale e sociale, ma si traducono tutte in un minore accesso alle opportunità necessarie affinché una donna possa lanciare e far prosperare il suo business.

Per superare insieme questi ostacoli, B Heroes, l’ecosistema di iniziative per start up innovative, ed Endeavor Italia, l’organizzazione che supporta le scale up ad alto potenziale, si uniscono in una call rivolta alle imprenditrici di tutta Italia che si chiuderà il 30/04/2020.

Sono candidabili alla call tutte le realtà a guida femminile:

  • gruppi informali di donne o studentesse con un’idea da sviluppare;
  • startup e scaleup senza limiti di fatturato;
  • aziende già consolidate, ma con alti tassi di crescita.

I progetti raccolti verranno valutati da una giuria, che indirizzerà i più meritevoli, in base alle caratteristiche specifiche, a due percorsi distinti:

Percorso B Heroes – per startup appena costituite o da costituire

Le startup, aziende o progetti selezionati per B Heroes potranno accedere a servizi di mentorship e a workshop, a un programma dedicato di accelerazione e incubazione (in relazione al grado di maturità delle startup), a finanziamenti diretti o a intro mirate verso investitori.

Percorso Endeavor – per realtà con un fatturato superiore a 100.000 euro

Le cinque aziende selezionate per Endeavor parteciperanno a un programma che prevede presso OGR Tech a Torino due giornate di workshop tenuto dal business coach Ed Capaldi sui temi di Business Canvas, definizione OKR e preparazione del pitch, mentorship dedicata, potenziale introduzione a investitori e accesso ai deal attivi per le aziende di Endeavor Italia. 

Entrambi i percorsi convergeranno in un evento di sintesi, che sarà anche occasione di approfondimento e confronto pratico sul tema dell’imprenditoria femminile. 

Per partecipare alla call: bheroes.it/4women.

 

Call4Women sarà accompagnata da una serie di webinar durante i quali imprenditrici, startupper e manager proveranno a rispondere alla domanda: perché sembra essere così difficile per una donna essere imprenditrice?

Il primo appuntamento: martedì 7 aprile alle 18:30 con Maurizia Iachino, presidente di Fuori Quota. Webinar in diretta su Zoom e sui canali social di B Heroes ed Endeavor.

 

 


Ufficio stampa B Heroes
Marco Mazzei
press@bheroes.it
+393351449481

Ufficio stampa Endeavor Italia
Eleonora Caruso
eleonora.caruso@endeavor.org

 

C Heroes: call da 100.000 euro per startup con progetti per l’emergenza coronavirus

La proposta nasce da un’idea di B Heroes, l’ecosistema di iniziative per startup innovative, e Boost Heroes, la società venture capital focalizzata su investimenti in aziende nelle prime fasi di sviluppo

Milano, 19 marzo 2020 – L’innovazione e la creatività delle startup italiane per combattere il nuovo coronavirus. Con questo spirito nasce “C Heroes” (Coronavirus Heroes), la call da 100.000 euro per finanziare e sostenere progetti concreti che possano contribuire ad affrontare l’emergenza da nuovo coronavirus che ha colpito l’Italia e il mondo intero in questi giorni. Saranno valutati progetti di ogni genere e categoria, non solo sanitari: qualsiasi azione che possa contribuire a migliorare la vita delle persone il più velocemente possibile.

C Heroes” nasce da una idea di B Heroes, l’ecosistema di iniziative per startup innovative, e Boost Heroes, società venture capital focalizzata su investimenti in aziende nelle prime fasi di sviluppo, con lo scopo “di stimolare – spiegano gli organizzatori – la creatività delle startup italiane che hanno ideato un prodotto, una tecnologia, un processo per affrontare la pandemia da nuovo coronavirus”.

Per partecipare alla call bisogna compilare un form sul sito bheroes.it/c-heroes/ dove descrivere la startup e il progetto. Considerata l’estrema urgenza dettata dalla pandemia le proposte saranno valutate a mano a mano che vengono presentate e la prima – o le prime – che saranno ritenute convincenti saranno immediatamente finanziate.

La call si rivolge a tutte le startup italiane già costituite al 15 marzo 2020 e c’è tempo per partecipare fino al 31 marzo 2020 o fino all’attribuzione dei 100.000 euro che potrebbe avvenire anche prima.

Per informazioni:
Comunicazione B Heroes: Marco Mazzei – press@bheroes.it
Ufficio stampa: Antonio Pirozzi – antonio.pirozzi@gmail.com

 


Informazioni su B Heroes e Boost Heroes

 

B Heroes è un ecosistema di iniziative a supporto della crescita delle startup italiane più innovative per aiutarle ad affrontare con successo il mercato e per creare un nuovo tessuto imprenditoriale in Italia anche grazie alla collaborazione di aziende mature. È rivolto in particolare a giovani imprese per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori.

 

Boost Heroes è una holding di partecipazioni industriale, con capitale sociale superiore ai 10 milioni di euro e che ha investito in più di 100 startup negli ultimi 4 anni. Promossa da Fabio Cannavale insieme ad altri 50 soci, la società è uno dei principali attori del mercato del Venture Capital italiano, con particolare riferimento alle startup digitali e di prodotto nelle prime fasi di sviluppo. Sono già state realizzate 3 exit e alcune startup partecipate hanno completato o sono in fase di filing per operazioni di quotazione su mercati regolamentati. Boost Heroes offre anche servizi di advisory alle società partecipate e a startup esterne valutate come interessanti per un possibile investimento successivo. Come Partner della Selezione di B Heroes, Boost Heroes organizza la fase di selezione attraverso un roadshow di 30 Investor Day nei migliori centri di innovazione che si conclude con 4 eventi finali in cui vengono selezionate le startup ammesse a B Heroes. Come Partner degli Investimenti, Boost Heroes mette a disposizione investimenti in equity o strumenti convertibili nelle startup selezionate: tutti i co-investitori del network di B Heroes potranno investire alle medesime condizioni di Boost Heroes.

Fabio Cannavale, laureato al Politecnico di Milano in Ingegneria, master in Business Administration alla INSEAD Business School in Francia, ha iniziato la propria carriera lavorativa da consulente, lavorando prima in ATKearney e poi in McKinsey & Company. Negli ultimi anni 15 anni, a partire dalla sua passione per i viaggi e dal suo grande interesse per il mondo online, co-fonda prima eDreams Italia e poi volagratis.com, il cui successo porta a un rapido processo di crescita, internazionalizzazione e acquisizioni, fino a costruire l’attuale lastminute.com group, che oggi offre servizi a oltre 10 milioni di viaggiatori ogni anno ed è quotato alla borsa di Zurigo. Nel 2017, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Fabio Cannavale, anche attraverso il suo ente non profit Lastminute foundation, promuove la prima edizione di B Heroes con l’obiettivo di favorire la crescita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali e portare l’attenzione sull’impatto sociale dei nuovi business. Fabio Cannavale è, inoltre, co-fondatore di Boost Heroes e socio dei maggiori seed capital italiani Dpixel, H-farm, Club Italia e Digital Magic.

B Heroes annuncia le 16 startup che parteciperanno alla terza edizione del programma

Divise per temi in 4 categorie verticali, iniziano oggi il percorso verso la trasmissione in onda in primavera su Sky 

Milano, 3 febbraio 2020 – B Heroes annuncia le 16 startup che parteciperanno alla terza edizione del programma realizzato con il sostegno di Intesa Sanpaolo, e che saranno poi protagoniste del format televisivo in onda in primavera su Sky grazie a Sky Media Brand Solutions. Le startup che arriveranno alla finale avranno la possibilità di accedere a investimenti per oltre un milione di euro messi a disposizione da Boost Heroes e da altri investitori, mentre a tutte saranno garantite svariate forme di accelerazione. In particolare quest’anno è stata avviata una collaborazione con Elite di Borsa Italiana, con la quale verrà messo a disposizione uno specifico programma di accompagnamento alla crescita.

Il roadshow per la selezione delle startup ha viaggiato in tutte le regioni italiane: 35 tappe in giro per l’Italia da maggio a ottobre 2019 a incontrare le migliori giovani aziende del Paese. Sono state ricevute 1.112 richieste di partecipazione, sono state incontrate 501 startup e coinvolti 473 mentor per la selezione. Alla fine del roadshow 87 finaliste si sono sfidate a suon di progetti e numeri per entrare nella fase finale: 16 startup sono qui oggi, frutto di un lungo e complesso lavoro di selezione da parte di Boost Heroes, dei partner e degli investitori.

Le startup selezionate dopo sono:

  1. ACBC (calzature componibili, che permettono di intercambiare tutte le suole e tutte le tomaie, personalizzando le scarpe e riducendo l’impatto ambientale) – acbc.com
  2. Auting (piattaforma di car sharing tra privati in Italia) – auting.it
  3. Betwyll (app di social reading per leggere e commentare libri e contenuti culturali) – betwyll.com
  4. Boolean Careers (trasforma appassionati di informatica in web developer professionisti con un bootcamp online) – boolean.careers
  5. Brain Control (intelligenza artificiale applicata all’interazione uomo macchina con un device per pazienti con gravi disabilità) – braincontrol.com
  6. Busforfun (mobility company che viaggia in modo sostenibile, sicuro ed economico attraverso l’Europa) – busforfun.com
  7. Computational Life (sviluppo nuovo software medico attraverso una piattaforma che genera avatar del corpo umano) – computational-life.com
  8. iDelivery (prodotto per il trattamento topico per le placche della psoriasi) – idelivery.it
  9. Link@ut (creazione di un network di luoghi autism-friendly) – linkaut.it
  10. Moveo (sviluppo di un esoscheletro connesso per accompagnare la riabilitazione di persone affette da patologie motorie) – moveowalks.com
  11. Radoff (dispositivi per il monitoraggio e la bonifica del gas Radon) – radoff.life
  12. RiceHouse (produzione biocompositi per l’edilizia derivanti dagli scarti della risicoltura) – ricehouse.it
  13. Snowit (piattaforma digitale per pianificare la perfetta vacanza in montagna) – snowitexperience.com
  14. Tree Original (e-commerce di prodotti ecologici per la pulizia della casa) – treeoriginal.com
  15. Vitesy (soluzioni green e connesse per il monitoraggio e la purificazione dell’aria) – vitesy.com
  16. Wid Academy (academy online per imparare a usare i social media da importanti influencer italiani) – wid.academy.

Le 16 startup selezionate saranno divise in 4 categorie verticali e ogni gruppo sarà affidato a un partner di B Heroes che ne seguirà il percorso di accelerazione e di mentorship. Le aziende di riferimento di questa edizione sono A2A con il vertical green-tech, Ospedale San Raffaele con il vertical med-tech, Telepass con il vertical mobility e Zanichelli con il vertical education.

Sono partner, mentor e forniscono servizi di accelerazione per le startup: AWS Activate, Back to work, BonelliErede, Cariplo Factory, CiaoTech (Gruppo PNO), Dentsu, Energy in Organization, Galgano & Associati, Google, Gummy Industries, McKinsey & Company, Nativa, Pirola, TMF Group e Tree.

 «Il mondo delle startup italiano riserva sempre sorprese, anche quando pensi di conoscerlo bene scopri sempre nuovi mondi e nuovi modi di fare impresa – sono i pensieri di Fabio Cannavale, promotore di B Heroes, di fronte all’elenco delle finaliste. Ci sono aziende che ci portano nel futuro con idee, grandi e piccole, che rispondono a esigenze concrete, risolvono problemi reali, contribuiscono in modo positivo e concreto alla crescita della società – prosegue Cannavale. Spiace per tutte le startup che non sono passate alla fase finale, ma sono certo che ci saranno presto altre occasioni. Ringrazio ancora una volta Intesa Sanpaolo e Intesa Sanpaolo Innovation Center per il rinnovato impegno a collaborare al progetto e mettersi in prima linea per aiutare le nuove imprese e ringrazio i nostri partner – A2A, Ospedale San Raffaele, Telepass e Zanichelli – sui vertical per la competenza con la quale affiancano noi e le startup in questo progetto».

B Heroes è un ecosistema di iniziative a supporto della crescita delle startup italiane più innovative per aiutarle ad affrontare con successo il mercato e per creare un nuovo tessuto imprenditoriale in Italia anche grazie alla collaborazione di aziende mature. È rivolto in particolare a giovani imprese per fornire sostegno finanziario, cultura imprenditoriale e visibilità, oltre ad aprire il mondo delle imprese tradizionali alla open innovation, favorendo l’interscambio tra “nuovi” e “vecchi” imprenditori. Questa è la terza edizione del programma.

Partner principale del progetto

Intesa Sanpaolo

È una delle più solide e profittevoli banche europee. Offre servizi bancari commerciali, di corporate investment banking, di gestione del risparmio, asset management e assicurativi. È la principale Banca in Italia con circa 12 milioni di clienti serviti attraverso i suoi canali digitali e tradizionali. Le banche estere del Gruppo contano 7.2 milioni di clienti in Est Europa, Medio Oriente e Nord Africa. Intesa Sanpaolo è riconosciuta come una delle banche più sostenibili al mondo. Per il Gruppo creare valore significa essere motore di crescita per la società e l’economia. In campo ambientale, ha creato un fondo di € 5 miliardi destinato all’economia circolare. Promuove progetti rilevanti di inclusione economica e riduzione della povertà, tra cui un fondo di impatto per € 1,2 miliardi di finanziamenti a categorie di soggetti con difficoltà di accesso al credito. Intesa Sanpaolo è fortemente impegnata in attività culturali proprie e in collaborazione con altri soggetti in Italia e all’estero, incluse esposizioni permanenti e temporanee del suo vasto patrimonio artistico presso le Gallerie d’Italia, i musei del Gruppo a Milano, Napoli e Vicenza.

Sito internet: group.intesasanpaolo.com | News: intesasanpaolo.com/it/news.html | Twitter: @intesasanpaolo | Facebook: @intesasanpaolo | LinkedIn:  linkedin.com/company/intesa-sanpaolo| Instagram: @intesasanpaolo 

 Intesa Sanpaolo Innovation Center 

Ha come obiettivo quello di esplorare e analizzare nuovi modelli di business per favorire la competitività del Gruppo e dei suoi clienti. Nato nel 2014 presidia processi e piani di sviluppo dell’innovazione per i clienti del Gruppo. Con una sede centrale al 31° piano del grattacielo di Torino e un network nazionale e internazionale, l’Innovation Center, anche per il tramite della controllata Neva Finventures – veicolo di Corporate Venture Capital dedicato agli investimenti strategici di Gruppo – vuole rappresentare un motore abilitatore di relazioni con gli altri stakeholder dell’ecosistema dell’innovazione come imprese, startup, incubatori, centri di ricerca e università. Promuove inoltre nuove forme di imprenditorialità nell’accesso ai capitali di rischio. L’innovazione è alla base dell’evoluzione della società e per il Gruppo Intesa Sanpaolo rappresenta una leva per competere in mercati sempre più complessi e globalizzati.

Partner della selezione e investimenti

Boost Heroes

Boost Heroes è una holding di partecipazioni industriale, con capitale sociale superiore ai 10 milioni di euro e che ha investito in più di 100 startup negli ultimi 4 anni. Promossa da Fabio Cannavale insieme ad altri 50 soci, la società è uno dei principali attori del mercato del Venture Capital italiano, con particolare riferimento alle startup digitali e di prodotto nelle prime fasi di sviluppo. Sono già state realizzate 3 exit e alcune startup partecipate hanno completato o sono in fase di filing per operazioni di quotazione su mercati regolamentati. Boost Heroes offre anche servizi di advisory alle società partecipate e a startup esterne valutate come interessanti per un possibile investimento successivo. Come Partner della Selezione di B Heroes, Boost Heroes organizza la fase di selezione attraverso un roadshow di 30 Investor Day nei migliori centri di innovazione che si conclude con 4 eventi finali in cui vengono selezionate le startup ammesse a B Heroes. Come Partner degli Investimenti, Boost Heroes mette a disposizione investimenti in equity o strumenti convertibili nelle startup selezionate: tutti i co-investitori del network di B Heroes potranno investire alle medesime condizioni di Boost Heroes.

Fabio Cannavale

Fabio Cannavale, laureato al Politecnico di Milano in Ingegneria, master in Business Administration alla INSEAD Business School in Francia, ha iniziato la propria carriera lavorativa da consulente, lavorando prima in ATKearney e poi in McKinsey & Company.

Negli ultimi anni 15 anni, a partire dalla sua passione per i viaggi e dal suo grande interesse per il mondo online, co-fonda prima eDreams Italia e poi volagratis.com, il cui successo porta a un rapido processo di crescita, internazionalizzazione e acquisizioni, fino a costruire l’attuale lastminute.com group, che oggi offre servizi a oltre 10 milioni di viaggiatori ogni anno ed è quotato alla borsa di Zurigo. Nel 2017, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, Fabio Cannavale, anche attraverso il suo ente non profit Lastminute foundation, promuove la prima edizione di B Heroes con l’obiettivo di favorire la crescita e lo sviluppo di nuove realtà imprenditoriali e portare l’attenzione sull’impatto sociale dei nuovi business.

Fabio Cannavale è, inoltre, co-fondatore di Boost Heroes e socio dei maggiori seed capital italiani Dpixel, H-farm, Club Italia e Digital Magic.

 

Zeno Pellizzari nominato Ceo di B Heroes

Milano, 27 gennaio 2020 – Zeno Pellizzari è il nuovo Ceo di B Heroes. Con la nomina di Pellizzari la società milanese avvia un deciso percorso di strutturazione con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento in Italia per la crescita delle startup più innovative attraverso un vero ecosistema di prodotti, servizi e iniziative.

Zeno Pellizzari è nato a Verona nel 1965. Ha conseguito la laurea in Economia aziendale presso l’Università Bocconi di Milano, il Master in business administration all’IMD e il Lead Certificate in corporate innovation alla Stanford University. Dopo 10 anni come investment banker nel gruppo Barclays, dall’anno 2000 è responsabile M&A e business development nel Gruppo Mondadori. Dal 2008 al 2017 è direttore generale di Mondadori International, ruolo nel quale sviluppa su scala globale il fashion magazine “Grazia”.

«Conosco Zeno da molti anni e sono entusiasta di averlo a bordo di B Heroes. La sua esperienza internazionale in diversi settori sarà fondamentale per la crescita del progetto», ha dichiarato Fabio Cannavale, promotore di B Heroes e co-fondatore di Boost Heroes.

La nomina di Pellizzari arriva mentre B Heroes sta per annunciare le startup che sono state selezionate per l’edizione 2020 del programma di accelerazione, realizzato con il sostegno di Intesa Sanpaolo.

 Zeno Pellizzari: «Faccio parte della famiglia di B Heroes come mentor già da molto tempo, è un progetto ricco di sfide e molto stimolante e sono quindi particolarmente orgoglioso di assumerne da oggi la responsabilità».

 

B Heroes è un ecosistema di iniziative a supporto della crescita delle startup italiane più innovative per aiutarle ad affrontare con successo il mercato e per creare un nuovo tessuto imprenditoriale in Italia anche grazie alla collaborazione di aziende mature.

 

Immagini a uso stampa:

Zeno Pellizzari, Ceo B Heroes

Comunicato stampa in Pdf.

 

Ufficio stampa B Heroes
Marco Mazzei – press@bheroes.it

Dal 25 Marzo alle 18:50, in esclusiva su Sky Uno, al via “B Heroes” la docuserie sul mondo delle startup

Un viaggio nel mondo dell’innovazione per raccontare le nuove imprese e la passione che guida gli imprenditori nel nostro Paese.

Un percorso di mentorship ideato da Fabio Cannavale, founder e CEO di lastminute.com Group, e realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo.

Milano, 19 marzo 2019 – In esclusiva su Sky Uno prende il via B Heroes, la docu-serie sul mondo dell’innovazione e delle startup che racconta, in un viaggio lungo 15 puntate, le storie, i sogni e le aspirazioni delle migliori startup italiane.

Dal 25 marzo, dal lunedì al venerdì, alle ore 18.50 (e in replica il giorno successivo alle ore 12.20), le telecamere di B Heroes seguiranno le 20 startup selezionate per capire cosa sognano, quali obiettivi si pongono e soprattutto di cosa hanno davvero bisogno per diventare imprese vincenti sul mercato. Le 5 puntate infrasettimanali andranno, inoltre, in onda, una dopo l’altra, ogni venerdì, dalle ore 23.45, e ogni sabato dalle ore 9.00.

Ideato da Fabio Cannavale, founder e CEO di lastminute.com Group, e realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo, B Heroes non è solo una finestra tv sul mondo delle startup ma è un vero e proprio percorso di mentorship volto a far crescere le imprese – e gli imprenditori – affinché possano porsi sul mercato con successo.

“Le startup non vivono in un mondo a sé stante, hanno bisogno di un terreno di confronto. – afferma Fabio Cannavale – Con B Heroes vogliamo metterle in contatto diretto con importanti imprese del loro settore, in un percorso di accelerazione durante il quale potranno verificare sul campo se l’idea alla base del business funziona davvero e se il team è quello giusto per realizzarla”.

“Il nostro sostegno a B Heroes per il secondo anno consecutivo – sottolinea Mario Costantini, Direttore Generale di Intesa Sanpaolo Innovation Center e Amministratore Delegato di Neva Finventures – testimonia la volontà del Gruppo Intesa Sanpaolo di dare impulso a percorsi di innovazione e di eccellenza per favorire la crescita del Paese, mettendo a confronto giovani imprenditori del territorio e manager di aziende strutturate più innovative. Dietro le startup, infatti, ci sono sogni da realizzare e, come Banca, siamo orgogliosi di poter accompagnare ‘nuovi’ imprenditori in un percorso di crescita”.

“Il legame che unisce Intesa Sanpaolo e le startup è una relazione profonda, basata non solo sull’offerta di servizi finanziari dedicati”, aggiunge Teresio Testa, Responsabile Sales & Marketing Imprese Intesa Sanpaolo e Direttore Generale Mediocredito Italiano. “In questi anni il Gruppo ha investito risorse ed energie per sostenere le migliori realtà imprenditoriali del nostro Paese e per far conoscere le loro storie di eccellenza in Italia e all’estero, contribuendo al contempo al successo del Made in Italy. Quello con B Heroes è un grande lavoro di squadra, attraverso il quale abbiamo dimostrato di avere a cuore la crescita delle giovani realtà imprenditoriali dietro le quali ci sono sogni da realizzare”.

Dall’elettrocardiografo per smartphone, che permette di ottenere un ECG di livello ospedaliero ovunque e in qualsiasi momento, al management di atleti professionisti di giochi elettronici; dall’innovativa startup di scooter-sharing elettrico interamente eco-sostenibile a quella che organizza floreali e festosi funeral party trasformandoli in ricordi di gioia fino all’impresa che ha brevettato un arredo personalizzabile e facile da costruire come un gioco Lego. Insomma, sono molte le storie raccontate nel corso delle puntate di B Heroes, prodotte da YAM112003.

A valutare le startup, un trio di giudici d’eccezione: Silvia Candiani, Amministratore Delegato Microsoft Italia, Laurent Foata, Managing Director Ardian Growth e Dina Ravera, Executive Manager, Board Member & Business Angel.

Nel corso del programma, gli spettatori scopriranno quali sono le 8 startup giudicate meritevoli di accedere alla fase di accelerazione, durante la quale potranno contare sul sostegno di un pool di imprenditori e mentor, i “Supercoach”, ma anche di 4 grandi aziende di settore: A2A S.p.A. per la categoria di business “Sviluppo sostenibile”, l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato) per la categoria “Salute e benessere”, Jakala per la categoria “Tradizione e innovazione”, Sketchin – Bip Group per la “Trasformazione digitale”.

Gran finale previsto nell’ultima puntata del 12 aprile, durante la quale verranno svelate le migliori startup, in primis quella che si aggiudicherà l’investimento principale di B Heroes, pari a 500mila Euro. A seguire, le startup che avranno performato su specifiche aree di business potranno ricevere ulteriori investimenti e/o servizi nel corso della finale.

Le donne di B Heroes fanno impresa con una personalità dirompente

Tra le protagoniste della docu-serie in onda su Sky Uno a fine marzo, due donne manager di altissimo profilo siedono in “giuria” mentre tra le startup emergono giovani imprenditrici molto determinate.

Milano, 5 marzo 2019 – Può l’innovazione nell’impresa passare attraverso un programma tv? La sfida è stata accolta da B Heroes, docu-serie televisiva in onda a fine marzo in esclusiva su Sky Uno, che propone un affascinante viaggio in 15 puntate nel mondo delle startup con l’obiettivo di sviluppare in Italia un nuovo approccio culturale d’impresa.

Le startup protagoniste del format tv sono suddivise in quattro categorie di business – Sviluppo sostenibile, Trasformazione digitale, Tradizione e innovazione, Salute e benessere – e sono accompagnate da nomi d’eccellenza dell’imprenditoria italiana. Tra questi emergono due donne manager di altissimo profilo nella giuria: Silvia Candiani, Amministratore delegato Microsoft Italia, e Dina Ravera, Executive manager, board member & business angel (il terzo “giudice” è Laurent Foata, Managing director Ardian Growth).
Tra le imprese emergenti, invece, compaiono imprenditrici determinate, che attraverso il loro modo di fare impresa rompono i tabu e portano innovazione nel mondo del business.

Una filosofia del piacere sessuale diventa un concept di sexy-shop online con MySecretCase, startup fondata 4 anni fa dalla fotografa a imprenditrice. MySecretCase nasce come un e-commerce di sex toys veicolando l’idea che la sessualità, oltre che essere fondamentale per la felicità di una persona e di una coppia, è anche un gioco e come tutti i giochi ha le sue regole. Per questo Mysecretcase, che vuole sdoganare gli ultimi tabù della nostra società, sta evolvendo in “portale della sessualità” con articoli che parlano di educazione sessuale e di salute, ma anche racconti erotici. www.mysecretcase.com

Musiche, fiori e design contaminano la cerimonia funebre. Potalove è rivoluzione e missione sociale. Inquadra da un punto di vista totalmente nuovo il momento della celebrazione funebre, trasformando l’ultimo saluto in un’occasione per ricordare con gioia la persona amata e celebrare la vita, con prodotti colorati e l’organizzazione di funeral party che portano conforto emotivo nel momento del bisogno. Il progetto Potalove nasce nel 2015 dalla sensibilità e dall’estro creativo della “cantafiorista” bergamasca Rosalba Piccinni, da anni artista a tutto tondo e imprenditrice nel mondo dei fiori e della ristorazione a Milano, che ora ha deciso di aggiungere al suo CV un nuovo business, sicuramente non convenzionale: la funeral planner. www.potalove.it

Metti la riflessologia plantare in una scarpa. Dietro la nuova linea delle scarpe Fessura c’è Silvia Telatin, talentuosa fashion designer emergente che ha sviluppato la Reflex Shoe, la prima scarpa che unisce le teorie riflessologiche con un design trendy e materiali 100% green. Fessura è un brand di calzature Fashion-Sport caratterizzate da una forte componente tecnologica. Segni distintivi delle calzature sono le “bande elastiche” (brevettate), attorno alle quali sono state create tre macro-linee di scarpe sportive, e la soletta “Reflex”, che dona un comfort perfetto al piede e a tutta la colonna favorendo una postura corretta. https://fessura.com

B Heroes presenta Mkers, la startup di eSports per videogiocatori professionisti

Nella docu-serie in onda su Sky Uno da fine marzo, Mkers è tra le startup della categoria Trasformazione digitale guidate da Sketchin – Bip Group nel percorso di mentorship per aziende ad alto contenuto di innovazione.

Milano, 5 marzo 2019 – Nonostante il Comitato olimpico internazionale abbia appena definito “prematura” l’inclusione degli eSports nel programma dei Giochi, il fenomeno degli sport elettronici per videogiocatori professionisti è in continua ascesa e punta a orizzonti ancora inesplorati. In Italia c’è addirittura una società, che ha dato vita a una organizzazione che gestisce i campioni di eSports. Si chiama Mkers, ha sede a Milano, e schiera in prima linea Thomas De Gasperi, una delle due voci degli Zero Assoluto, Co-founder della società insieme con Paolo Cisaria, Amir Hajar e Daniele Ballini.

Mkers è una delle 20 startup che sono state selezionate da B Heroes, il percorso di mentorship per aziende ad alto contenuto di innovazione, ideato da Fabio Cannavale (founder e CEO di lastminute.com Group) e realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che punta a sviluppare in Italia un nuovo approccio culturale d’impresa. Il percorso di accelerazione delle startup, selezionate nel corso di un roadshow in 15 tappe lungo la Penisola, che si è tenuto tra ottobre e novembre dello scorso anno, sarà raccontato in una docu-serie televisiva, in onda su Sky Uno da fine marzo. In particolare, Mkers, in corsa per l’assegnazione di 800 mila euro destinati alle migliori startup, rientra nella categoria di business per la trasformazione digitale, guidata da Sketchin – Bip Group, studio di design e strategia che progetta le esperienze del futuro. Sketchin utilizza gli strumenti del design per guidare la trasformazione digitale e di business delle aziende, aiutandole a offrire esperienze rilevanti.

Mkers ha dato vita a una organizzazione che gestisce i campioni di eSports, una declinazione competitiva dei videogiochi. Si presenta come un vero e proprio club sportivo professionistico di videogiocatori che coinvolge tanti giochi diversi.

I giocatori professionisti vengono considerati dei veri propri atleti, così come li intendiamo comunemente. Fanno dei sacrifici, studiano, si allenano. Per farlo hanno però bisogno di un supporto, che viene fornito loro proprio da Mkers. La società li supporta finanziariamente, visto che gli atleti devono impegnarsi a tempo pieno, ma non solo. Mette loro a disposizione anche un mental coach e un supporto logistico, visto che gli atleti sono impegnati in giro per il mondo.

Mkers sta cercando di cambiare il mercato italiano, che fino all’ingresso della startup milanese aveva un approccio dilettantistico, un passatempo per i ragazzi, trasformandolo in una realtà strutturata e professionale, come avviene già all’estero. La vittoria, a Madrid, nel maggio del 2017, di Daniele Paolucci, giocatore di FIFA 17 del team Mkers, nella Season 2 dell’Ultimate Team Championship, attesta la bontà del progetto. L’obiettivo dichiarato è quello di modificare nell’immaginario collettivo la percezione del giocatore di eSport: non un ragazzo chiuso in casa e alienato, ma un giovane atleta, che cura la propria salute e il proprio equilibrio per essere sempre in grado di concentrarsi per dare il meglio di sé.

B Heroes: ecco le migliori startup al servizio della salute

Nella docu-serie in onda su Sky Uno a fine marzo, l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato)
accompagna 4 aziende in un percorso di crescita imprenditoriale
volto a migliorare la qualità della vita delle persone.

Milano, 4 marzo 2019 – Può l’innovazione nel settore della salute passare attraverso un programma tv? La sfida è stata accolta da B Heroes, docu-serie televisiva in onda a fine marzo su SkyUno, che propone un affascinante viaggio nel mondo delle startup con l’obiettivo di sviluppare in Italia un nuovo approccio culturale d’impresa.

Le startup protagoniste del format tv sono suddivise in quattro categorie di business – sviluppo sostenibile, trasformazione digitale, tradizione e innovazione, salute e benessere – e sono accompagnate da nomi d’eccellenza dell’imprenditoria italiana, come ad esempio l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato), che farà da guida alle startup del settore salute e benessere: BionITLabs, Biovecblock, D-Heart, Epicura e D-Eye.

Trasformare le disabilità in nuove possibilità è la mission di BionITLabs, innovativa startup leccese che sviluppa dispositivi medicali applicando le tecnologie informatiche alla bionica. Forte di un’esperienza pluriennale nella robotica, il founder Giovanni Zappatore si dedica dal 2017 al progetto Adam’s Hand (www.adamshand.it), una protesi mioelettrica della mano ad alta funzionalità. www.bionitlabs.com

Addio punture di zanzare! Sono una delle piaghe dell’estate italiana e un problema molto serio per la salute in diversi paesi del mondo: le zanzare. A correre ai ripari ci pensa Biovecblok S.r.l., spin-off dell’Università di Camerino che si propone come centro di ricerca unico per lo sviluppo di soluzioni naturali, non tossiche, ad impatto ambientale zero, capaci di superare i limiti dei prodotti in commercio. Al via quindi lo sviluppo di un biocida naturale, innocuo per l’uomo, ma capace di diminuire la capacità pungente delle zanzare. www.biovecblock.com

Lo smartphone per fare l’ECG. Da un’idea di Nicolò Briante nasce D-Heart, startup che propone un elettrocardiografo per smartphone che consente di eseguire un ECG di livello ospedaliero in totale autonomia e di inviare i risultati al servizio di tele-cardiologia 24/7. Il referto del cardiologo arriva entro 15 minuti dall’invio. L’obiettivo è quello di aiutare i pazienti cardiopatici nella loro quotidianità, migliorandone le condizioni di vita e permettendo di identificare le complicanze cardiache con diagnosi accurate e tempestive.
www.d-heartcare.com

Basta file e lunga burocrazia con EpiCura, la società che si occupa di fornire servizi sanitari, medici e socio-assistenziali a domicilio. La startup è la prima in Italia ad utilizzare una piattaforma digitale evoluta per le prenotazioni e la gestione delle richieste dei pazienti. Fondata da Alessandro Ambrosio, Master in Management & Finance presso University College London, EpiCura vuole essere un modello virtuoso nella sanità, grazie a un servizio comodo e flessibile, costruito a misura di paziente. È infatti possibile prenotare online e telefonicamente 7 giorni su 7. www.epicuramed.it

La diagnosi delle malattie degli occhi passa dallo smartphone. D-Eye è l’innovativo sistema di screening retinico che si collega allo smartphone, trasformandolo in un oftalmoscopio per lo screening della vista. L’app gestisce l’acquisizione e l’archiviazione delle immagini della retina e l’esportazione sulla cartella clinica elettronica del paziente. L’idea è di Alberto Scarpa, che dopo aver lavorato per 8 anni come project manager in un acceleratore di business, si è dedicato a tempo pieno al progetto D-Eye. www.d-eyecare.com

15 e 16 gennaio 2019: Imprenditori per l’innovazione

B HEROES: LE MIGLIORI IMPRESE CHE INVESTONO NELL’INNOVAZIONE SI RIUNISCONO A MILANO IL 15 E 16 GENNAIO

Oltre 300 tra imprenditori e campioni dell’innovazione incontreranno
le startup italiane selezionate da B Heroes.
Obiettivo: favorire la crescita del tessuto imprenditoriale
e l’innovazione nel business.

Un percorso di valutazione porterà alla selezione delle 20 startup che prenderanno parte al format televisivo, in onda prossimamente su SkyUno.

Oltre 800mila Euro verranno investiti nelle startup più meritevoli.

A2A, Gruppo San Donato, Sketchin e Jakala sono le aziende che quest’anno rappresenteranno le startup suddivise in 4 categorie di business:sviluppo sostenibile, salute e benessere, trasformazione digitale, tradizione e innovazione.

Milano, 14 gennaio 2019 – La seconda edizione di B Heroes, il percorso di mentorship rivolto ad aziende ad alto contenuto di innovazione con sede operativa in Italia, ideato da lm foundation, inizia l’anno nuovo con un evento d’eccezione, un programma televisivo rinnovato e oltre 800mila euro da investire nelle startup più meritevoli.
L’obiettivo resta invariato: attraverso un percorso di mentorship e di accelerazione, B Heroes vuole favorire la crescita del tessuto imprenditoriale italiano sostenendo le aziende innovative nelle prime fasi di sviluppo e promuovendo una cultura d’impresa.
Fabio Cannavale, CEO e founder del gruppo lastminute.com e ideatore del progetto B Heroes, spiega: “B Heroes è un progetto di mentorship nato da imprenditori che credono nella cultura del giving back e vogliono investire il proprio tempo e le proprie competenze per aiutare a crescere una nuova generazione di imprese. Mi fa molto piacere che quest’anno, oltre al sostegno di Intesa Sanpaolo, che ci ha aiutati a rendere possibile questo progetto, abbiamo la possibilità di collaborare con aziende di eccellenza come A2A, Gruppo San Donato, Sketchin e Jakala, che hanno scelto di adottare il nostro progetto come un’importante parte dei propri processi di innovazione”.
B Heroes è realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Il gruppo bancario leader in Italia, da sempre impegnato in prima fila per l’innovazione e la crescita del sistema imprenditoriale del Paese, sostiene attivamente l’iniziativa coinvolgendo i territori e le imprese e, attraverso Intesa Sanpaolo Innovation Center che, con il proprio Corporate Venture Capital, Neva Finventures, in continuità con lo scorso anno, valuterà le opportunità di investimento sulle startup con maggiore potenziale per accompagnarle nel percorso di crescita e internazionalizzazione.
B Heroes prevede oltre 800 mila Euro di investimenti: 500 mila Euro da Boost Heroes per la migliore startup, 200 mila Euro da Gellify per la migliore startup B2B, 100 mila Euro da Impact Hub per quella con il più alto impatto sociale.

15 – 16 gennaio: l’evento di networking e valutazione delle startup
Si apre domani a Milano la due giorni di networking e valutazione del progetto B Heroes. Circa 300 tra “mentor” e CEO di imprese italiane si sono dati appuntamento il 15 e 16 gennaio nella sede del Sole 24 Ore per valutare le migliori startup selezionate durante gli ultimi mesi del 2018.
Sono 650 le startup che quest’anno si sono iscritte al sito di B Heroes per partecipare al progetto. Di queste circa 340 sono state incontrate e valutate durante un roadshow in 15 tappe lungo tutta la Penisola, che ha avuto luogo tra ottobre e novembre.
Le 40 migliori si incontrano domani e dopodomani per passare allo step successivo.
Sette le prove da superare nel corso dell’evento: team, strategia (comprensivo di business plan e finance), marketing plan, crescita e scalabilità, impatto sociale, legale e tecnologia. Sono questi infatti gli argomenti su cui le startup dovranno confrontarsi con il pool di esperti selezionatori e dimostrare le buone basi della propria azienda per poter passare la selezione.
Tra i “mentor” coinvolti da B Heroes spiccano alcuni nomi d’eccezione tra cui: Corrado Passera, Alessandro Fracassi, Luca Ascani, Vito Lomele, Alberto Genovese, e tanti altri innovatori italiani insieme a imprenditori emergenti della nuova generazione.
McKinsey & Company, società internazionale di consulenza manageriale, è quest’anno knowledge partner dell’evento nell’ambito del proprio impegno per l’innovazione nelle imprese italiane.
L’evento di networking terminerà con l’annuncio delle 20 startup che avranno passato la selezione e potranno partecipare alla fase di accelerazione documentata dal programma televisivo B Heroes.

B Heroes, il format televisivo in onda su SkyUno
Si rinnova anche il format televisivo di B Heroes. Quest’anno il programma andrà in onda prossimamente su SkyUno, per un totale di 15 puntate.
Le 20 startup selezionate si confronteranno alla presenza di una giuria composta da investitori, manager e imprenditori: Silvia Candiani, Amministratore Delegato Microsoft Italia, Laurent Foata, Managing Director Ardian Growth, e Dina Ravera, TopManager di successo, Consigliere di Amministrazione in grandi Gruppi di diverse Industry, e oggi anche sulla frontiera dell’innovazione a fianco dei giovani imprenditori di WashOut, che nella precedente edizione di B Heroes ha guidato alla vittoria.
“Sono particolarmente felice di prendere parte a questa seconda edizione di B Heroes che contribuisce a favorire la crescita del tessuto imprenditoriale e l’innovazione delle nostre aziende, due elementi chiave per lo sviluppo del Paese. Attraverso questa iniziativa, si continua a far crescere l’attenzione verso le possibilità che la tecnologia offre ai giovani per creare la propria impresa e sviluppare idee creative e originali”, afferma Silvia Candiani, Amministratore Delegato di Microsoft Italia.

B Heroes, le 4 categorie o “vertical”
Quest’anno le startup si presentano suddivise in 4 categorie di business o “vertical”, ognuna capitanata da un’azienda di settore.
La multi-utility A2A guiderà le startup del settore sviluppo sostenibile, Sketchin – Bip Group rappresenterà le startup per la trasformazione digitale, l’IRCCS Ospedale San Raffaele (parte del Gruppo San Donato) accompagnerà le startup del settore salute e benessere, e Jakala le aziende del vertical “tradizione e innovazione”.
“Siamo particolarmente contenti come A2A di supportare un’iniziativa così ambiziosa e nuova nel format, che avvicina attraverso l’innovazione imprese e nuova imprenditoria. L’innovazione e le startup stanno diventando un germoglio di dinamismo nella vita economica del paese e sono sicuro che nei prossimi anni genereranno lavoro per molte persone e nuove professionalità”. – Ha dichiarato Valerio Camerano, Amministratore Delegato del Gruppo – “A2A segue da vicino il mondo dell’innovazione e collabora abitualmente con startup italiane nei propri ambiti di competenza; non potevamo non supportare il verticale sullo Sviluppo Sostenibile, tema che da sempre caratterizza il nostro operato nei territori in cui siamo presenti”.

B Heroes, i Partner tecnici
B Heroes è sostenuto da partner, tra le migliori aziende legate al business innovativo, che mettono a disposizione delle startup selezionate pacchetti di servizi per sviluppare business e competenze specifiche. Tra questi: Google, Facebook, BonelliErede, Ernst & Young, Studio Pirola, Contact Lab, Mamacrowd, Simbiosity, Vidiemme Fimap Impact Hub, 200crows, Backtowork24. Collabora con B Heroes, dando supporto alle startup e alle aziende partner anche Cariplo Factory, l’hub di open innovation, CSR e talent management creato da Fondazione Cariplo.
Media partner di progetto: RDS 100% Grandi Successi

Copy link